La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete tracchete il trauma è bello che superato.Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno.Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio.Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono.Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare.Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene.Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i coglioni.E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.
-Woody Allen-

QUOD ME NUTRIT ME DESTRUIT

venerdì 30 marzo 2007

amore2

"Amatevi, ma non tramutate l'amore in un legame.
Lasciate piuttosto che sia un mare
in movimento tra le sponde opposte delle vostre anime.
Colmate a vicenda le vostre coppe,
ma non bevete da una sola coppa.
Scambiatevi il pane,
ma non mangiate un solo pane.
Cantate e danzate insieme e insieme siate felici,
ma permettete a ciascuno di voi d'essere solo."
(Gibran Khalil)

amore

"C'è tutta una vita in un'ora d'amore."
-Honoré De Balzac-

Milano, c'è uno scheletro in piazza Duomo

Uno scheletro gigantesco di ventiquattro metri, sdraiato al suolo, un teschio con un lungo naso appuntito. E' l'opera di Gino de Dominicis, pittore e scultore anconetano scomparso nel 1998, che inaugura la mostra a cura di dal titolo "Andata e Ritorno", allestita a Palazzo Reale, dal 1 aprile al 1 maggio 2007.
...How I wish, how I wish you were here...

don't stop me now

Tonight I'm gonna have myself a real good timeI feel alive, and the world turning inside out, yeahAnd floating around in ecstasySo don't stop me now, don't stop me'cause I'm having a good time, having a good time I'm a shooting star leaping through the skyLike a tiger defying the laws of gravityI'm a racing car passing by like lady GodivaI'm gonna go, go, go, there's no stopping me I'm burning through the sky, yeahTwo hundred degreesThat's why they call me mister FahrenheitI'm travelling at the speed of lightI wanna make a supersonic man out of you Don't stop me now, I'm having such a good timeI'm having a ball, don't stop me nowIf you wanna have a good time just give me a callDon't stop me now, because I'm having a good timeDon't stop me now, yes I'm having a good timeI don't want to stop at all I'm a rocket ship on my way to MarsOn a collision courseI am a satellite I'm out of controlI am a sex machine ready to reloadLike an atom bomb about toOh oh oh oh oh explode Don't stop me, don't stop meDon't stop me, hey hey heyDon't stop me, don't stop me Have a good time, good timeDon't stop me don't stop me, ah Questa sera mi voglio proprio divertireMi sento vivo e sento come se il mondo fosse sottosopra, giàE fluttuasse in estasiPerciò non fermatemi adesso, non fermatemiPerché mi sto divertendo, mi sto divertendo Sono una stella cadente che attraversa il cieloCome una tigre che sfida le leggi di gravitàSono un'auto da corsa che sfila come lady GodivaSto andando, andando, andando, non c'è modo di fermarmi Brucio nel cielo, sìDuecento gradiEcco perché mi chiamano signor FahrenheitViaggio alla velocità della luceVoglio tirar fuori l'uomo supersonico che è in te Non fermatemi adesso, mi sto divertendo così tantoSto ballando, non fermatemi adessoSe vuoi divertirti chiamamiNon fermatemi, perché mi sto divertendoNon fermatemi, sì mi sto proprio divertendoE non voglio assolutamente smettere Sono un'astronave in viaggio per MarteIn rotta di collisioneSono un satellite, sono fuori controlloSono una macchina da sesso pronta a ricominciareCome una bomba atomica che sta perOh oh oh oh oh, esplodere Non fermatemi, non fermatemiNon fermatemi, ehi ehi ehiNon fermatemi, non fermatemi [x2]Mi sto divertendo, divertendoNon fermatemi, non fermatemi, ah

sally

..."forse qualcosa s'è salvato"...
... "forse davvero...non è stato poi tutto sbagliato"...
..."forse era giusto così!?!"...

Alice's Adventures in Wonderland

Il Bruco e Alice si guardarono per qualche tempo in silenzio: alla fine il Bruco si tolse il narghile` di bocca e si rivolse a lei con una voce languida e sonnacchiosa. "Tu chi sei?" disse il Bruco. Come introduzione a una conversazione non era incoraggiante. Alice rispose, piuttosto intimidita: "Io..io, ora come ora, non lo so piu` signore..almeno, so chi ero quando mi sono alzata stamattina, ma credo di essere cambiata parecchie volte da allora." "Cosa significa tutto cio`?"disse il Bruco con serverita`. "Spiegati meglio!" "Non posso spiegarmi, signore, mi dispiace", disse Alice, "poiche` io non sono io, capisci?" "Non capisco". disse il Bruco. "Temo proprio di non poter essere piu`chiara", rispose Alice molto educatamente, "perche` prima di tutto non riesco a capire qualcosa neanch'io; e inoltre cambiar di misura tante volte in un giorno confonde le idee."

LAVORATORIIIIIII

Arwen e Aragorn

*Ah! No!* Un dolore sordo si impadronì del cuore della Stella del vespro... Repentinamente mise una mano sul suo petto dove il cuore pareva essersi frantumato in mille piccoli pezzi... Le sue gambe non avevano retto e lei era caduta in ginocchio... Lacrime silenziose si riversavano sul suo volto senza che lei avesse la forza, o la voglia, di fermarle... Le mancava il respiro... *Morirò! Morirò di dolore* pensò... Il caldo sole del mattino era la più gelida delle lame sul suo viso bianco come il candore d' inverno...*Aragorn... perchè? Perchè?* continuava a chiedere a un volto che lentamente sbiadiva...Quanto avrebbe voluto non vedere... non pensare... non esistere...*Morirò e lo lascerò libero... Libero di vivere la sua vita...* aveva già deciso da tempo, ma la visione fu un colpo troppo duro per lei...Doveva alzarsi... doveva parlargli... ma non riusciva ad affrontare le sue paure e le sue angoscie. Il freddo pavimento era divenuto sollievo per le sue membra febbricitanti... "Elessar..." disse in un sospiro, mentre il buio la avvolgeva lentamente...
Coloro che sognano di giorno
sanno molte cose che sfuggono a coloro che sognano di notte soltanto.
(Edgar Allan Poe)
Bisogna fare della propria vita come si fa un'opera d'arte.
(Gabriele D'Annunzio)
Le streghe hanno smesso di esistere
quando noi abbiamo smesso di bruciarle.
(Voltaire)

Colazione da Tiffany

"FINIRAI SEMPRE PER IMBATTERTI IN TE STESSA."

Nightmare before Christmas

"-Jack ho qui i progetti per il nuovo Halloweeeeeeeeeen.........jack ti prego mancano solo 364 giorni al prossimo Halloween! "

Oscar Wilde

Vi è solo una cosa peggiore al mondo del far parlare di sé.
E' il non far parlare di sé.
(Oscar Wilde)

legofaidate


...sto leggendo...

Il Nuvolo innamorato e altre fiabe
Nazim Hikmet


Illustratore: Fabian Negrin
Casa editrice: Mondadori
Anno pubblicazione:
2003
Pag: 126
Descrizione:Scritto dall celebre poeta turco Hikmet per i bambini durante la seconda meta degli anni Cinquanta, Il Nuvolo innamorato e altre fiabe nasce da remoti ricordi d'infanzia, ma anche da un'attenta e appassionata lettura dei materiali che il folclorista Boratav raccolse dalla viva voce del popolo. Ne esce una raccolta di racconti in cui vivono principesse e "nuvoli" capaci di amare, contadini sciocchi e ragazzi furbi, maghi crudeli e astute ragazze.

...I'M A MAN...I'M A ROLLING STONES...

non imparerò mai.

MI ASPETTO SEMPRE TROPPO DALLE PERSONE.

piccola stella senza cielo

"ti brucerai piccola stella senza cielo..
ti staccherai perchè ti tiene su soltanto un filo sai.."

una su un milione

amo amo è qualcosa di speciale,
su e giù per lo stomaco è come un temporale
amo amo è il sugo sulla pasta
finché non è finito non saprò mai dire basta
amo amo è un dono di natura
perché la nostra storia non è solo un'avventura
amo amo è una semplice canzone
che serve a me per dirti che sei una su un milione.

le fate ignoranti

A Massimo per i nostri sette anni insieme, per quella parte di te che mi manca e che nn potrò mai avere, per tutte le volte che mi hai detto non posso, ma anche per quelle in cui mi hai detto ritornerò.. Sempre in attesa, posso chiamare la mia pazienza "amore" ? La tua fata ignorante.

giorno blog..

"C'è solo un modo di dimenticare il tempo: impiegarlo."
Charles Baudelaire

giovedì 29 marzo 2007

Harry Potter, le nuove copertine

Svelate immagini del libro numero sette
Bisogna aspettare il 21 luglio per sapere che fine farà Harry Potter nel suo settimo libro, "Harry Potter and the Deadly Hallows". Per alleviare l'attesa, la casa editrice Bloomsbury ne ha però svelato la copertina. Nella versione inglese per bambini comparirà il maghetto con i suoi migliori amici cresciuti, in quella per adulti un ciondolo con una "S", forse il simbolo di Lord Voldemort. L'edizione Usa avrà una cover diversa.

La copertina del settimo e ultimo libro della saga è stata svelata a Londra dalla casa editrice Bloomsbury. Harry, Hermione e Ron sono notevolmente cresciuti e, nella cover, vengono scaraventati fuori da un cunicolo insieme a un tesoro di monete d'oro, gioielli, coppe, vasi e piatti. Nella copertina per adulti campeggia la fotografia di un medaglione all'interno del quale il malvagio Lord Voldemort potrebbe custodire un frammento della sua anima. Entrambe sono state mostrate oggi per la prima volta, in modo da accrescere l'attesa per la pubblicazione del libro. ''Ho sempre saputo che la storia di Harry sarebbe finita con il settimo libro ma dirgli addio è stato difficilissimo -, ha confessato l'autrice Joanne Kathleen Rowling sul suo sito internet. '- Quasi non riesco a credere che ho finalmente scritto la fine che avevo immaginato per così tanti anni. Non ho mai provato in vita mia un simile miscuglio di forti emozioni, non credevo ci si potesse sentire contemporaneamente tristi ed euforici'".

Rocky Horror Picture Show

"E' così difficile divertirsi in questi tempi, persino sorridere fa male alla faccia."
"Ahò ! Maccarone, m'hai provocato e io te distruggo!... Adesso maccarone, io me te magno, ahamm !..Sò amerecano io... Verme, io me te magno ! "

magda tu mi ami?e allora lo vedi che la cosa è reciproca?!

SPACCACUORE

Spengo la TV
e la farfalla appesa cade giù
ah, succede anche a me
è uno dei miei limiti.
Io per un niente vado giù
se ci penso mi da i brividi.
Me lo dicevi anche tu
dicevi tu...
Ti ho mandata via.
Sento l'odore della città
non faccio niente, resto chiuso qua.
Ecco un altro dei miei limiti.
Io non sapevo dirti che
solo a pensarti mi da i brividi
anche a uno stronzo come me
come me ...
Ma non pensarmi più,
ti ho detto di mirare
L'AMORE SPACCA IL CUORE.
Spara! Spara! Spara, Amore!
Ma non pensarmi più,che cosa vuoi aspettare?
L'AMORE SPACCA IL CUORE.
Spara! Spara! Spara, dritto qui ...
So chi sono io
anche se non ho letto Freud.
So come sono fatto io
ma non riesco a sciogliermi
ed è per questo che son qui
e tu lontana dei chilometri
che dormirai con chi sa chi
adesso lì ...
Ma non pensarmi più,ti ho detto di mirare
L'AMORE SPACCA IL CUORE.
Spara! Spara! Spara, Amore!
Ma non pensarmi più,che cosa vuoi aspettare?
L'AMORE SPACCA IL CUORE.
Spara! Spara! Spara, dritto qui...

generazione anni'80

Lo scopo di questa missiva é quello di rendere giustizia a una generazione, quella di noi nati agli inizi degli anni '80 (anno più, anno meno), quelli che vedono la casa acquistata allora dai nostri genitori valere oggi 20 o 30 volte tanto, e che pagheranno la propria fino ai 50 anni. Noi non abbiamo fatto la Guerra, né abbiamo visto lo sbarco sulla luna, non abbiamo vissuto gli anni di piombo, né abbiamo votato il referendum per l'aborto e la nostra memoria storica comincia coi Mondiali di Italia '90. Per non aver vissuto direttamente il '68 ci dicono che non abbiamo ideali, mentre ne sappiamo di politica più di quanto credono e più di quanto sapranno mai i nostri fratelli minori e discendenti. Babbo Natale non sempre ci portava ciò che chiedevamo, però ci sentivamo dire, e lo sentiamo ancora, che abbiamo avuto tutto, nonostante quelli che sono venuti dopo di noi sì che hanno avuto tutto, e nessuno glielo dice. Siamo l'ultima generazione che ha imparato a giocare con le biglie, a saltare la corda, a giocare al lupo, a un-due-tre-stella, e allo stesso tempo i primi ad aver giocato coi videogiochi, ad essere andati ai parchi di divertimento o aver visto i cartoni animati a colori. Abbiamo indossato pantaloni a campana, a sigaretta, a zampa di elefante e con la cucitura storta; la nostra prima tuta è stata blu con bande bianche sulle maniche e le nostre prime scarpe da ginnastica di marca le abbiamo avute dopo i 10 anni. Andavamo a scuola quando il 1 novembre era il giorno dei Santi e non Halloween, quando ancora si veniva bocciati, siamo stai gli ultimi a fare la Maturità e i pionieri del 3+2... Siamo stati etichettati come Generazione X e abbiamo dovuto sorbirci Sentieri e i Visitors, Twin Peaks e Beverly Hills (ti piacquero allora, vai a rivederli adesso, vedrai che delusione). Abbiamo pianto per Candy-Candy, ci siamo innamorate dei fratelli di Georgie, abbiamo riso con Spank, ballato con Heather Parisi, cantato con Cristina D'Avena e imparato la mitologia greca con Pollon. Siamo una generazione che ha visto Maradona fare campagne contro la droga. Siamo i primi ad essere entrati nel mondo del lavoro come Co.Co.Co. e quelli per cui non gli costa niente licenziarci. Ci ricordano sempre fatti accaduti prima che nascessimo, come se non avessimo vissuto nessun avvenimento storico. Abbiamo imparato che cos'è il terrorismo, abbiamo visto cadere il muro di Berlino, e Clinton avere relazioni improprie con la segretaria nella Stanza Ovale; siamo state le più giovani vittime di Cernobyl; quelli della nostra generazione l'hanno fatta la guerra (Kosovo, Afghanistan, Iraq,ecc.); abbiamo gridato NO NATO, fuori le basi dall'Italia, senza sapere molto bene cosa significasse, per poi capirlo di colpo un 11 di settembre. Abbiamo imparato a programmare un videoregistratore prima di chiunque altro, abbiamo giocato a Pac-Man, odiamo Bill Gates e credevamo che internet sarebbe stato un mondo libero. Siamo la generazione di Bim Bum Bam, di Clementina-e-il-Piccolo-Mugnaio-Bianco e del Drive-in. Siamo la generazione che andò al cinema a vedere i film di Bud Spencer e Terence Hill. Quelli cresciuti ascoltando gli Europe e Nik Kamen, e gli ultimi a usare dei gettoni del telefono. Ci siamo emozionati con Superman, ET o Alla Ricerca dell'Arca Perduta. Bevevamo il Billy e mangiavamo le Big Bubble, ma neanche le Hubba Bubba erano male; al supermercato le cassiere ci davano le caramelline di zucchero come resto. Siamo la generazione di Crystal Ball ("con Crystal Ball ci puoi giocare..."), delle sorprese del Mulino Bianco, dei mattoncini Lego a forma di mattoncino, dei Puffi, i Voltrons, Magnum P.I., Holly e Benji, Mimì Ayuara, l'Incredibile Hulk, Poochie, Yattaman, Iridella, He-Man, Lamù,Creamy,Kiss Me Licia, i Barbapapà, i Mini-Pony, le Micro-Machine, Big Jim e la casa di Barbie di cartone ma con l'ascensore. La generazione che ancora si chiede se Mila e Shiro alla fine vanno insieme. La generazione che non ricorda l'Italia Mondiale '82, e che ci viene un riso smorzato quando ci vogliono dare a bere che l'Italia di quest'anno è la favorita... L'ultima generazione a vedere il proprio padre caricare il portapacchi della macchina all'inverosimile per andare in vacanza 15 giorni. L'ultima generazione degli spinelli... Guardandoci indietro è difficile credere che siamo ancora vivi: viaggiavamo in macchina senza cinture, senza seggiolini speciali e senza air-bag; facevamo viaggi di 10-12 ore e non soffrivamo di sindrome da classe turista. Non avevamo porte con protezioni, armadi o flaconi di medicinali con chiusure a prova di bambino. Andavamo in bicicletta senza casco né protezioni per le ginocchia o i gomiti. Le altalene erano di ferro con gli spigoli vivi e il gioco delle penitenze era bestiale. Non c'erano i cellulari. Andavamo a scuola carichi di libri e quaderni, tutti infilati in una cartella che raramente aveva gli spallacci imbottiti, e tanto meno le rotelle!! Magiavamo dolci e bevevamo bibite, ma non eravamo obesi. Al limite uno era grasso e fine. Ci attaccavamo alla stessa bottiglia per bere e nessuno si è mai infettato. Ci trasmettevamo solo i pidocchi a scuola, cosa che le nostre madri sistemavamo lavandoci la testa con l'aceto. Non avevamo Playstation, Nintendo 64, videogiochi, 99 canali televisivi, dolby-surround, cellulari, computer e Internet, però ce la spassavamo tirandoci gavettoni e rotolandoci per terra tirando su di tutto; bevevamo l'acqua direttamente dalle fontane dei parchi, acqua non imbottigliata, che bevono anche i cani! E le ragazze si intortavano inseguendole per toccar loro il sedere e giocando al gioco della bottiglia o a quello della verità, non in una chat dicendo : ) : D : @ Abbiamo avuto libertà, fallimenti, successi e responsabilità e abbiamo imparato a crescere con tutto ciò.

occhi di gatto

Nella grande Tokyo, in un quartiere come un altro, si trova il Cat’s eye café in cui lavorano le tre graziosissime sorelle Kisugi: Rui (Kelly), Hitomi (Sheila) e Ai (Tati). Le tre fanciulle potrebbero sembrare tre ragazze come tante altre, ma non è così! Di notte, infatti, le belle sorelline indossano un’aderente calzamaglia (viola per Rui, azzurra per Hitomi e arancione per Ai) e si trasformano nella banda Occhi di gatto che ruba solo le opere d’arte della collezione del loro padre, Michael Heintz, un artista scomparso durante la seconda guerra mondiale.
Grazie ai piani della bella e sensuale Rui e ai marchingegni della piccola Ai, i piani delle gattine hanno sempre un esito positivo, nonostante l’intervento del detective Toshio (Matthew), fidanzato della bella Hitomi, che cerca disperatamente di catturare le affascinanti ladre. Le ragazze inoltre possono contare sull’aiuto del signor Morya (sig. Marloss), fedele amico del padre, che fornisce alle tre ragazze dati e informazioni preziose su Carnaff, traditore del padre che ha trafugato le opere di Heintz. Le cose si complicano quando il burbero capo del dipartimento di polizia in cui lavora Toshio, affianca al detective Mitsuko Asatani, che comincia subito a sospettare della fidanzata del suo collega! Fortunatamente, le sorelle Kisugi, riescono sempre ad avere la meglio sulla polizia, sfruttando l’ingenuità di Toshio e riuscendo a scoprire in anticipo i piani della polizia.
Poi, fra un inseguimento e un altro, Toshio comincia a chiedersi perché le tre gatte rubino solo le opere di Heintz e, indagando, inizia ad avvicinarsi alla verità! Inoltre il detective comincia a provare qualcosa per una delle gattine (guarda caso proprio per Hitomi) fino a sperare fortemente che la ladra da lui tanto inseguita sia proprio la sua dolce fidanzata.

orsacchio for president!!!

La Luna Blu non cade sempre nello stesso periodo, ed è carica di potere. È adatta alla divinazione e aMolti non neo-pagani sono convinti che durante gli Esbat si svolgano riti magici volti a piegare la natura, o altre persone, ai desideri dell’officiante, in modo da ottenere vantaggi nella vita quotidiana. Una pratica del genere è severamente vietata dal Rede, che è comunemente accettato da tutti i neo-pagani. Le uniche modifiche apportabili durante le festività sono di tipo interiore, o nel rapporto tra noi stessi e la Dea o il Dio.gli incantesimi più potenti.

Beve 52 tequila:morto un 16enne

Berlino, giovane era in coma da un mese
Una folle serata a base di tequila è stata fatale per un 16enne berlinese. Il ragazzo, ricoverato in ospedale un mese fa dopo aver bevuto ben 52 bicchieri del liquore messicano, è morto per arresto cardiocircolatorio. Nel suo sangue era stato accertato un tasso di alcolemia del 4,8 per mille (massimo consentito è lo 0,5). L'episodio promette di riaprire, in Germania, il dibattito sull'alcolismo crescente fra i giovani.
Il 16enne è morto all'ospedale della Charitè della capitale tedesca dopo un mese di coma. Dopo la dissennata bevuta nel corso di una serata passata con un gruppo di amici, il giovane aveva perso conoscenza ed era stato trasportato in ospedale. Per acquisire maggiori elementi e particolari sulle cause e circostanze del decesso verrà condotta l'autopsia sulla salma del giovane. La polizia criminale ha, da parte sua, avviato indagini per accertare eventuali corresponsabilità nel decesso del giovane da parte di altre persone che lo accompagnavano nel locale o da parte del gestore stesso, che non avrebbero fatto nulla per fermare il ragazzo dal continuare a bere. Dopo questa penosa vicenda, in Germania si riaprirà certamente il dibattito su un problema dilagante nel Paese, quello dell'alcolismo giovanile, e sulla necessità di controlli e leggi più severe per arginarlo.
Si.
Oggi me lo meritavo proprio.
Piccolo piccolo.
Un solo gusto ma quello giusto:CIOCCOLATO.

flamenco dancer

Fabian Perez
Perché non ti rilassi e vai avanti nella vita, non importa quello che è avvenuto in passato o quello che credi potrebbe avvenire in futuro, importa il tragitto santo iddio, non c'è motivo di affrontare tutte le merdate se non ti godi il tragitto. E sai che ti dico? Quando meno te lo aspetti potrebbe capitare qualcosa di bello, più importante di quello che avevi programmato.

Romeo

er mejo del Colosseo..
Inizio a stare bene.Quel senso di essere inadatta e inadeguata a qualsiasi luogo e situazione si è affievolito.Ho paura a dirlo forte ma finalmente dopo tanto tempo riesco a sentirmi di nuovo felice.Capita.Alcune mattine mi sveglio e sorrido, sorrido malgrado l’immagine che mi riflette lo specchio non sia esattamente quella che vorrei vedere, sorrido perché dopo tanto non mi alzo più con la gola che brucia e gli occhi gonfi, sorrido perché dopo anni sento di nuovo la vita scorrere dentro di me.
Lo dico piano.Lo dico sottovoce perché la felicità fa paura, soprattutto fa paura quando si è visto cosa c’è al di la di questo, quando si è arrivati a sentire un dolore cosi grande da pensare di non farcela davvero più.
Non mi fermo un attimo e questo i aiuta a non pensare, ma non fa nulla, sono stanca, ma non fa niente perché finalmente torno a sorridere.Euforica e drogata delle piccole cose, di un sorriso, un complimento, uno sguardo, una frase, una canzone…qualsiasi cosa pur di riuscire a guardare sempre e solo avanti. Mai guardare indietro.
"La parola è un'ala del silenzio..."
P.Neruda
SHREK: "per tua informazione, gli orchi hanno dentro più cose di quanto tu creda"
CIUCHINO: "per esempio?"
SHREK: "per esempio? va bene, ehm... gli orchi sono come le cipolle"
CIUCHINO: "Puzzano?"
SHREK: "Si...no!"
CIUCHINO: "ah, ti fanno piangere"
SHREK: "nooo"
CIUCHINO: "le lasci al sole, diventano marroni e poi spuntano i peletti bianchi!"
SHREK: "nooo! strati! Le cipolle. Hanno gli strati. Gli orchi hanno gli strati. Capito? Tutti e due abbiamo gli strati!"
"Ma scusa tra i vari interessi che hai
dimmi che posto mi dài!
Ti voglio bene non l'hai mica capito
ti voglio bene lascia stare il vestito
ti voglio bene non cambiare discorso dài non scherzare!
Ti voglio bene smetti di giocare
ti voglio bene a un certo punto ti devi "dare"
ti voglio bene non puoi farti eternamente corteggiare!"

Wasting Love

Maybe one day I'll be an honest man Up till now I'm doing the best I can Long roads, long days, of sunrise, to sunset Sunrise to sunset Dream on brother, While you can Dream on sister, I hope you find the one All of our lives, covered up quickly by these tides of time Spend your days full of emptiness Spend your years full of loneliness Wasting love, in a desperate caress Rolling shadows of nights Dream on brother, While you can Dream on sister, I hope you find the one All of our lives, covered up quickly by these tides of time Sands are flowing and the lines are in your hand In your eyes I see the hunger, and the desperate cry that tears the night
-Iron Maiden-

luca tooooni!

(Italia-Scozia 2-0)
Ieri sera ore 20:30 tutti davanti al televisore a vedere l’Italia, io a dire il vero mi son persa i primi minuti perché stavo facendo ellittica ma il ichiamo patriottico della Nazionale ha avuto la meglio.
E cosi mi son ritrovata sul divano a vedere i magnifici 11 che solo pochi mesi fa ci hanno reso Campioni del Mondo..
E cosi la mente è ritornata a quei giorni, alle partite ai ricordi fatti di amici, riti scaramantici, cene fredde con portate tricolore, fotografie, urli , bandiere sventolate fuori dai finestrini, musiche altissime, cortei in macchina…bellissimo.

La moda è ciò che uno indossa. Ciò che è fuori moda è ciò che indossano gli altri

La moda è ciò che uno indossa. Ciò che è fuori moda è ciò che indossano gli altri
(O.Wilde)

WOODY ALLEN

Fino all'anno scorso avevo un solo difetto: ero presuntuoso.
Il mondo si divide in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio ma i cattivi, da svegli, si divertono molto di più.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.
Saggio è chi riesce a vivere inventandosi le proprie illusioni.
Fare sesso è come giocare a bridge. Se non hai un buon partner, meglio che tu abbia una buona mano!
Il sesso è sporco? Solo quando è fatto bene.
"Non sono narcisista, ne' egoista. Se fossi vissuto nell'antica Grecia non sarei stato Narciso"
"E chi saresti stato?"
"Giove"

ODE AL GIORNO FELICE - Pablo Neruda

Questa volta lasciate che sia felice,non è successo nulla a nessuno,non sono da nessuna parte,succede solo che sono felicefino all’ultimo profondo angolino del cuore. Camminando,dormendo o scrivendo,che posso farci, sono felice.sono più sterminato dell’erba nelle praterie,sento la pelle come un albero raggrinzito,e l’acqua sotto,gli uccelli in cima,il mare come un anello intorno alla mia vita,fatta di pane e pietra la terral’aria canta come una chitarra.Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,tu canti e sei canto,Il mondo è oggi la mia animacanto e sabbia,il mondo oggi è la tua bocca,lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbiaessere felice,essere felice perché si,perché respiro e perché respiri,essere felice perché tocco il tuo ginocchioed è come se toccassi la pelle azzurra del cieloe la sua freschezza.Oggi lasciate che sia felice, io e basta,con o senza tutti, essere felice con l’erbae la sabbia essere felice con l’aria e la terra,essere felice con te,con la tua bocca,essere felice.
Ed è proprio quello che non si potrebbe quello che vorrei, ed è sempre quello che non si farebbe quello che farei,ed è come quello che non si direbbe che direi quando dico che non è cosi il mondo che vorrei non si può sorvolare le montagne non può andare dove vorresti andare sai cosa c’è ogni cosa resta qui qui si può solo piangere e alla fine non si piange neanche più ed è proprio quando arrivo lì che già ritornerei ed è sempre quando sono qui che io ripartirei ed è come quello che non c’è che io rimpiangerei quando penso che non è cosi il mondo che vorrei non si può fare quello che si vuole non si può spingere solo l’acceleratore guarda un pò ci si deve accontentare qui si può solo perdere e alla fine non si perde neanche più!
Questo ti volevo dire.
Ho rotto il nostro patto ma forse è stato meglio così.
Ora basta però, non ti voglio rattristare. Mia madre mi ha detto anche che sei bellissima e io lo sapevo. Quando eravamo piccoli ero sicuro che saresti diventata Miss Italia.
Ti bacio,
Pietro
P.S. : preparati perchè quando passo da Bologna
ti prendo e ti porto via.

(Niccolò Ammaniti)

GREATEST MOVIE MOMENTS

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine…
Lentamente muore chi evita una passione…
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo…
Chi non rischia la certezza per l’incertezza…
Chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati…
Lentamente muore chi non trova grazia in se stesso..
Chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia andare…
…evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare…

(Parlami d'amore)

Jack Frusciante è uscito dal gruppo

"E va bene che non bisogna dipendere da nessuno nella propria cazzo di vita, ma io mica dipendo. Io vivo anche da solo, senza dipendere da nessuno, col pilota automatico. (...). Posso sopravvivere col pilota automatico, ma vivere è un altra cosa... Da quando ci siamo addomesticati a vicenda, è logico, per restare a un certo livello non posso più fare a meno di lei;e per lei è lo stesso, anche se ho bisogno di sentirmelo dire cento volte, perchè la paura è troppa"

Pausa pranzo sul Rockfeller Center-New York,USA, 1932

RIDE DELLE CICATRICI ALTRUI CHI NON EBBE A SOFFRIR GIAMMAI FERITA.
"La vita reale è soltanto il riverbero dei sogni dei poeti.La vista di tutto ciò che è bello in arte o in natura, richiama con la rapidità del fulmine il ricordo di chi si ama"(Stendhal)
"Che cosa si dice di un uomo non è importante. Il punto che conta è chi lo dice."(Oscar Wilde)
"Pensa, parla e agisci come se tu dovessi uscire dalla vita da un momento all'altro. "(Marco Aurelio)
La cosa seccante di questo mondo è che gli imbecilli sono sicuri di sé, mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi.
(Bertrand Russell)
E tu spiegami adesso tutto questo silenzio dove va a finire
Se non riesco a parlarti e non so più toccarti

Mi sento morire
Parlo con te

La tigre e la neve

"Se muore lei, per me tutta questa messa in scena del mondo che gira... posso anche smontare, portare via, schiodare tutto, arrotolare tutto il cielo e caricarlo su un camion col rimorchio, possiamo spengere questa luce bellissima del sole che mi piace tanto... ma tanto... lo sai perchè mi piace tanto? Perchè mi piace lei illuminata dalla luce del sole, tanto... portar via tutto questo tappeto, queste colonne, questo palazzo... la sabbia, il vento, le rane, i cocomeri maturi, la grandine, le 7 del pomeriggio, maggio, giugno, luglio, basilico, le api, il mare, le zucchine... le zucchine..."
(http://it.youtube.com/watch?v=Zex_vvPL0Vw)

L'INVIDIOSO MI LODA SENZA SAPERLO. (Kahlil Gibran)
Posso credere a tutto, purché sia sufficientemente incredibile.
(Oscar Wilde)

NOI VOGLIAMO, PER QUEL FUOCO CHE CI ARDE NEL CERVELLO, TUFFARCI NELL'ABISSO, INFERNO O CIELO NON IMPORTA. (Charles Baudelaire)
ERRARE HUMANUM EST, PERSEVERARE AUTEM DIABOLICUM
FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA.
INGANNEVOLE E' IL CUORE PIU' DI OGNI COSA E INCURABILE!CHI LO PUO' CONOSCERE?
(Geremia 17,9)

SENZA MUSICA LA VITA SAREBBE UN ERRORE.
(F.Nietzsche)

L'UOMO PIU' SAGGIO NON E' COLUI CHE SA MA CHI SA DI NON SAPERE.(Socrate)
Cos'è il genio ? E' fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione. (AMICI MIEI)
«Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto.» (H.P.Lovecraft)
"E quando guardi con quegli occhi grandi forse un po' troppo sinceri, sinceri si vede quello che pensi, quello che sogni.... "
"COME FAI ADESSO CHE SEI RIMASTA SOLO TE A SPERARE IN QUALCOSA DI MIGLIORE A PENSARE ANCHE AL GRANDE AMORE ..SEI UN'INCREDIBILE ROMANTICA UN PO' NEVROTICA MA NON PATETICA CERTO UNICA "
"..Ed ora che non mi consolo guardando una fotografia mi rendo conto che il tempo vola e che la vita poi è una sola... "
"..E quando un giorno t'incontrerò magari per la strada magari proprio sotto casa tua ehh!!! ma guarda il caso però guarda il destino splendido!! crudele e splendido!!!! E intanto i giorni passano e i ricordi sbiadiscono e le abitudini cambiano eh eh eh!! E' stato splendido..... "
"...cosa non....farei... io non voglio correre e tu!...non riderai... cosa non...darei... per vivere una favola..."
"..VOGLIO UNA VITA MALEDUCATA DI QUELLE VITE FATTE FATTE COSI' VOGLIO UNA VITA CHE SE NE FREGA CHE SE NE FREGA DI TUTTO SI' VOGLIO UNA VITA CHE NON E' MAI TARDI DI QUELLE CHE NON DORMI MAI VOGLIO UNA VITA VEDRAI CHE VITA VEDRAI .."
..Le stelle stanno in cielo e i Sogni....non lo so So solo che son pochi.... quelli che s'avverano..
"..dietro non si torna non si può tornare giù Quando ormai si vola non si può cadere più.... Qui è logico cambiare mille volte idea ed è facile sentirsi da buttare via!! "
"..e tu Parli....parli... parli di" cose che passano....." e poi sogni......sogni sogni che poi svaniscono Stai con me... ci stai o no ci stai un attimo......un giorno ci stai per essere ancora mia.... oppure ci stai per non andare via!! "
"..il "ritmo" del mondo batte dentro di te mentre cerchi qualcosa.... che forse non c'è!.."
"..Ti sei accorta che facciamo l'amore...sì ti sei accorta sì e non mi dire che non lo volevi e che non lo sapevi che finiva così va bene va bene va bene distratta quando ti conviene diresti anche che mi vuoi bene anche se non me ne vuoi più.."
"..E ho guardato dentro un'emozione e ci ho visto dentro tanto amore che ho capito perché non si comanda al cuore. E va bene così... senza parole... senza parole... "
"Per il mio limite Io non so stare solo Vivere insieme a me Basta aspettarmi uscire... E prendermi con sé Credi che sia facile Credi che sia semplice Vai a farti fottere Credi che sia Una storia semplice .."
"..Voglio trovare un senso a questa vita Anche se questa vita un senso non ce l’ha.. "
"..No! Quest'è un Amore Grande si vuoi che ti dica così ma io non sono come te Ciao! sai cosa ti dico.....CIAO! posso stare....senza Te... senza più tanti "se".... senza tanti "ma", "perché"! senza un "amore" ...così...... io posso stare.....Sì!.... "
"..Voglio vivere come se come se tutto il mondo...fosse... fosse FUORI..e Voglio ridere come se come se ridere di per sé bastasse già; a risolvere...gli ERRORI.. "
"..sorridi e abbassi gli occhi un istante e dici "non credo di essere così importante" ma dici una bugia e infatti scappi via.."

JENNY E' PAZZA

Jenny non vuol più parlare non vuol più giocare vorrebbe soltanto dormire Jenny non vuol più capire sbadiglia soltanto non vuol più nemmeno mangiare Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny ha lasciato la gente a guardarsi stupita a cercar di capir cosa Jenny non sente più niente non sente le voci che il vento le porta Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Io che l'ho vista piangere di gioia e ridere che più di lei la vita credo mai nessuno amò io non vi credo lasciatela stare voi non potete Jenny non può più restare portatela via rovina il morale alla gente Jenny sta bene è lontano...la curano forse potrà anche guarire un giorno Jenny è pazza c'è chi dice anche questo Jenny è pazza c'è chi dice anche questo Jenny ha pagato per tutti ha pagato per noi che restiamo a guardarla ora Jenny è soltanto un ricordo qualcosa di amaro da spingere giù in fondo Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire

OGNI VOLTA

E ogni volta che viene giorno ogni volta che ritorno ogni volta che cammino e mi sembra di averti vicino ogni volta che mi guardo intorno ogni volta che non me ne accorgo ogni volta che viene giorno. E ogni volta che mi sveglio ogni volta che mi sbaglio ogni volta che sono sicuro e ogni volta che mi sembra solo ogni volta che mi viene in mente qualche cosa che non c'entra niente ogni volta...E ogni volta che non sono coerente e ogni volta che non è importante ogni volta che qualcuno si preoccupa per me ogni volta che non c'è proprio quanto la stavo cercando ogni volta... ogni volta quando.... E ogni volta torna sera e la paura e ogni volta torna sera e la paura....E ogni volta che non c'entro ogni volta che non sono stato ogni volta che non guardo in faccia a niente e ogni volta che dopo piango ogni volta che rimango con la testa tra le mani e rimando tutto a domani.

LA RAGAZZA INTERROTTA - Susanna Kaysen

"Non uno, ma tre, sono i Vermeer al Frick. La prima volta che ci sono stata, però, non ho fatto caso agli altri due.[…] Non mi fermai davanti alla signora in veste da camera gialla e alla domestica che le porta una lettera e neppure davanti al soldato con il cappello sfarzoso e alla ragazza che gli sorride: immaginavo calde labbra, occhi castani, occhi azzurri. Quegli occhi castani mi catturarono.Lo sguardo della ragazza punta fuori dal riquadro del dipinto, ignorando il robusto maestro di musica, che poggia la dispotica mano sulla sedia. La luce è smorzata, luce invernale, ma il volto della ragazza è acceso.La fissai negli occhi castani e indietreggiai. Mi stava mettendo in guardia da qualcosa: aveva distolto lo sguardo dalla sua occupazione per mettermi in guardia. La bocca era appena aperta, come se avesse appena respirato solo per dirmi: «Non farlo!»Mi ritrassi, nel tentativo di tenermi fuori dal raggio della sua premura, che tuttavia riempiva il corridoio. «Aspetta», diceva. «Aspetta! Non andare!»Sedici anni dopo ero a New York col mio nuovo, ricco fidanzato.[…][…] «Andiamo al Frick», disse lui.«Non ci sono mai stata», feci io. Poi pensai che forse c'ero stata. Non dissi niente, avevo imparato a non parlare dei miei dubbi.Arrivai lì, lo riconobbi. «Ah», dissi. «Qui c'è un quadro che mi piace.»«Solo uno?» disse lui. «Guarda questi Fragonard.» Non mi piacevano. Mi lasciai i Fragonard alle spalle ed entrai nella sala che porta al cortile.Lei era cambiata molto in sedici anni. Non era più premurosa. Anzi, era triste. Era giovane e distratta, e il suo maestro la incalzava perché gli prestasse attenzione. Ma lei guardava lontano, alla ricerca di uno sguardo che incontrasse il suo.Stavolta lessi il titolo del quadro: Ragazza interrotta mentre suona.Interrotta mentre suona: com'era stata la mia vita, interrotta nella musica dei miei diciassette anni, com'era stata la sua vita, strappata e fissata su tela: un momento reso immobile, per tutti gli altri momenti, qualsiasi cosa fossero o avrebbero potuto essere. Quale vita può guarirne?Adesso avevo qualcosa da dirle. «Ti vedo», dissi.Il mio fidanzato mi trovò che piangevo nel corridoio.«Cos'è successo?» domandò.«Ma non vedi, lei sta cercando di venirne fuori», dissi, indicandola.

Il tempo perso

Sulla porta dell'officina
d'improvviso si ferma l'operaio
la bella giornata l'ha tirato per la giacca
e non appena volta lo sguardo
per osservare il sole
tutto rosso tutto tondo
sorridente nel suo cielo di piombo
fa l'occhiolino familiarmente
Dimmi dunque compagno Sole
davvero non ti sembra che sia un pò da coglione
regalare una giornata come questa ad un padrone?
Jacques Prevert