La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete tracchete il trauma è bello che superato.Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno.Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio.Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono.Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare.Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene.Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i coglioni.E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.
-Woody Allen-

QUOD ME NUTRIT ME DESTRUIT

domenica 30 novembre 2008

PIOVE

PIOVEPIOVEPIOVEPIOVEPIOVEPIOVEPIOVEPIOVEPIOVE

LONDRA

« When a man is tired of London,
he is tired of life;
for there is in London all that life can afford. »
(Samuel Johnson)


«Quando un uomo è stanco di Londra,è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto quanto la vita può offrire.»

Quanta disperazione c'è nella tua vita di casalinga?

Profilo 5
Bree Van De Kamp
Ora rilassati e fai un bel respiro: anche se c'è una macchia sul pavimento e i tuoi capelli sono fuori posto sei pur sempre una casalinga affascinante e piena di risorse. Apparire perfetta è la tua missione, ma guai a pestarti i piedi: da sublime vicina di casa potresti trasformarti nel peggior incubo.

martedì 25 novembre 2008

tristezza.

Il momento della tristezza rappresenta l'incontro tra il desiderio e i suoi limiti propri. Non è l'esterno che in qualche modo delimita il desiderio, bensì questi limiti sono costitutivi del desiderio stesso. Accettare la propria limitatezza aiuta in qualche modo a superare la tristezza.
Questo sentimento è proprio soprattutto degli artisti, che cercano continuamente di superare sé stessi. Molti pittori, poeti, musicisti hanno prodotto le loro migliori opere in momenti di grande tristezza e malinconia.
La tristezza è un sentimento fisiologico se limitato ad occasioni circoscritte. Se questa situazione perdura per lunghi periodi si parla di depressione
.(wikipedia)

http://www.reclaimthenight.org/
Over 1500 women took to the streets of central London for the 2007 Reclaim The Night march — shouting a loud NO to rape and male violence against women.
Women travelled from all over the country to attend, and represented many different groups and organisations. Press coverage was unprecedented, with items on ITV, News 24, LBC, Radio 5 Live, BBC and regional television and radio.
This year’s march is set to be even bigger as the London Feminist Network marks five years of a revived Reclaim The Night in Britain. Join us and over 2000 marchers in 2008 — put your feet on the streets for women, Saturday 22nd November, 2008.

ACHILLE PIE' VELOCE - Stefano Benni

Ulisse e un giovane scrittore in crisi creativa (un tempo ha scritto un libro ma si e fermato li), lavora in una casa editrice sull'orlo del collasso ed e innamorato di Pilar-Penelope, una bellissima immigrata senza permesso di soggiorno (ma non rinuncia alla sua inveterata poligamia). Un giorno arriva via e-mail un messaggio: "Se lei riuscisse a concepire nella sua testa una qualsiasi definizione di normalita in nessun modo io rientrerei nella sua definizione". Ulisse si reca all'appuntamento con Achille ("lei ha un nome omerico come me", diceva il messaggio) che e malato e gli apre un mondo inatteso di assurdita, vitalita e dolore. L'alleanza tra Ulisse e Achille e una risorsa nuova, inaspettata. A vantaggio di chi? Di cosa? Che prezzo deve pagare Pilar per la sua liberta? E Ulisse per la sua dignita? E soprattutto Achille per la sua vita? Gli eventi scivolano rapinosi verso una chiusura inattesa, fra commozione, rabbia e ilarita.
Letto in 4giorni.Soltanto perchè ero "distratta" dalla meravigliosa Londra,tristemente divertente.Benni non delude mai.

IB - Beppe Severgnini

Luxuria trionfa nell'«Isola»


ILOVELONDON


21-22-23-24 novembre 2008
LONDRA





giovedì 20 novembre 2008

TEST


Profilo E: L'INSICURA - Devi imparare a valorizzarti e a passare all'azione. Ti aiuteranno note orientali-fiorite. Una persona eternamente insicura ( così ti definisce chi ti conosce bene ), timida, introversa, poco pratica. Per te operare una scelta è una tragedia, convinto/-a come sei che in ogni caso opterai per quella sbagliata. Sei sempre in conflitto ed alla ricerca di un appoggio esterno, di qualcuno che ti dica cosa fare, per che cosa lottare, come difenderti e così via. Sogni di essere autonomo/-a e sicuro/-a di te, di conquistare un ruolo importante e di vivere un amore travolgente. Per realizzare i tuoi desideri ti basterebbe avere un pò più di autostima e di coraggio per agire, invece di subire. Il tuo bisogno di sentirti rassicurato/-a ti porta a privilegiare l'ordine, a volte maniacale; il prezzo che paghi è una certa rigidità anche affettiva, in base alla quale scegli il partner più con la testa che con il cuore.

..devo aggiungere altro?..

Profumi: quali influenzano il nostro comportamento

http://notizie.alice.it/cronaca/le_essenze_umore_relax.html
Pausa caffè.
Anzi pausa alle essenze di limone ed eucalipto. Forse un giorno nei distributori di bevande troveremo, accanto a cappuccini, tè caldi e cioccolate, anche delle fragranze per mantenere la concentrazione, per rilassarsi e persino per stabilizzare il tono del’umore. Secondo gli studi condotti dal francese P. Belache, fitoterapeuta e dal collega inglese C. Wildwood, risulta che gli odori della natura siano in grado di influenzare il nostro comportamento, stimolando risposte fisiologiche di benessere per il nostro organismo.
Le essenze per il tono dell'umore e il desiderio
Dalle ricerche è emerso che per stabilizzare il tono dell’umore sono particolarmente utili le essenze di camomilla, finocchio, gelsomino, ginepro, issopo, melissa, mirra, mirto, neroli, pino, rosmarino e di zenzero.Per aumentare il desiderio sessuale si può ricorrere alle essenze di basilico, cannella, chiodi di garofano, coriandolo, menta, muschio, patchouli, rosa, sandalo, ylang-ylang, vetiver.
I profumi per il relax e la concentrazione
Via libera alle essenze di arancio amaro, incenso, lavanda, maggiorana, mandarino, salvia e verbena per ottenere una distensione neuromuscolare come effetto della sedazione del sistema nervoso.Per aumentare la vigilanza e l’attenzione, il limone e l’eucalipto risultano essere le essenze più efficaci. Come afferma Vittoria Neri Counselor, se l’ambiente lavorativo è profumato al limone chi lavora al computer compie il 54% di errori di battitura in meno, con il gelsomino il 33% in meno e il 20% in meno con la lavanda.
Più altruisti con la fragranza di vaniglia
Secondo quanto riportato da Nicolas Guéguen, grande esperto in seduzione, ci sono poi alcuni odori in grado di modificare le condotte altruistiche. In realtà già da tempo il marketing olfattivo ricerca profumi in grado di influire sui comportamenti d'acquisto del consumatore. Ora dalle ricerche di Mary Beth Grimes, della Georgia Southern University, e di Robert Baron, del Rensselaer Polytechnic Institute nello Stato di New York, è emerso che la fragranza di vaniglia sia in grado di aumentare la nostra disponibilità nei confronti del prossimo. In particolare Baron ha studiato le reazioni di persone a cui veniva chiesto di cambiare una banconota da un dollaro in moneta. I risultati hanno mostrato che le persone interpellate nelle zone con odori gradevoli hanno risposto in modo positivo in numero tre volte superiore rispetto alle persone interpellate nelle zone prive di odori specifici.

mercoledì 19 novembre 2008

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE.




IL CIELO HA UNA PORTA SOLA - Biagio Antonacci

Oye, como va ha smesso quel bel vento considera che in me è primavera da mezz'ora il cielo ha una porta sola hai smesso di far male ai tuoi fragili pensieri hai cominciato a fare pace con te stessa tu e vivi tutto sempre in ombra tu mi piaci tu mi dici non sono in grado di amarti come vuoi scriverti da qui che è anche terra tua è come farti respirarti quello che respiro la nave bianca d'ogni ora tu mi piaci tu mi dici non meriti la parte mia peggiore no, tu no e non è per farti fretta e non è per la distanza tutto vivo e vive senza te io ti scrivo per sentire io ti scrivo senza tempo potrei anche non ricevere che quello che io sento di te è forte quello che io sento di te è sempre che tu... mi piaci... tu mi dici non sono in grado di amarti lì che tempo fa tu sarai già al mare prenditi il tuo tempo e non sentirti in colpa mai la volontà decide ancora tu mi piaci tu mi dici il cielo ha una porta sola tu mi piaci tu mi dici il cielo ha una porta sola,aprila,aprila


NoCoMmEnT.

l'ultima ruota del carro.
La persona più inutile insignificante e stupida del mondo.
Venghino signori e signori,venite ad ammirare l'esemplare umano più INVISIBILE della terra.
La persona capace di passare accanto a chiunque senza essere vista.Capace di vivere accanto a qualcuno che non la vede neppure.
Quanto sono brava in questo.
Complimenti,proprio quando pensi di aver fatto un passo avanti ne fai mille (e di corsa) indietro.

Son soddisfazioni.

ESTRANGED -G'nR

...

La farfalla, infatti, è qualcosa di particolare, non è un animale come gli altri, in fondo non è propriamente un animale ma solamente l’ultima, più elevata, festosa e vitalmente importante essenza di un animale... La farfalla non vive per cibarsi e invecchiare, vive solamente per amare, e per questo è avvolta in un abito mirabile... Tale significato della farfalla è stato avvertito in tutti i tempi e da tutti i popoli...È un emblema sia dell’effimero, sia di ciò che dura in eterno... È un simbolo dell’anima...
(Hermann Hesse)

Johnny Depp il cappellaio matto

Prime immagini del nuovo film di Burton
Un perfetto cappellaio matto, gotico, inquietante, ma anche fascinoso. E' quello interpretato da Johnny Depp nella versione di "Alice nel Paese delle meraviglie" che sta preparando Tim Burton. Dalla Rete arrivano le prime immagini di come sarà il personaggio di Depp. Quello che non è chiaro è se sia una foto reale o una lavorazione al computer dei bozzetti preparatori. Ma è sufficiente ad aumentare l'attesa per il film.
Un nuovo personaggio che va ad aggiungersi a quelli interpretati da Depp, così caratterizzati sul piano non solo caratteriale ma anche estetico e visivo. Dall'immagine diffusa il cappellaio matto sembra una via di mezzo tra Edward mani di forbice e il protagonista della Fabbrica di cioccolato. La favola psichedelica di Lewis Carroll si presta alla perfezione alle invezioni visive di Tim Burton e c'è quindi grande curiosità attorno a questo progetto (atteso per il 2010) impreziosito da una cast di altissimo livello. Con Johnny Depp ci saranno infatti Anne Hathaway, Helena Bonham Carter, Stephen Fry e Alan Rickman.(tgcom.it)

lunedì 17 novembre 2008

BRAVA GIULIA

Voglio vivere come te
Voglio vivere come se
come se tutto il mondo..fosse..fosse FUORI
fuori..fuori..fuori..
e Voglio ridere come se
come se ridere di per sé
bastasse già; a risolvere gli ERRORI
gli errori..gli errori..gli errori..

Nido del Cuculo

LA GEOGRAFIA DEL MIO CAMMINO - Laura Pausini




E di chi sarà il coraggio allora se non sarà il mio
se si spegne quella luce resto io
di chi è la più profonda decisione
al di la dei sogni appesi ad una canzone
oggi riconosco il suono della voce di chi sono
e mi fido di un passato carico d'ingenuità
di chi va dallo stupore ad un'altra età
perchè quando sembra tutto poco chiaro
se mi fermo alla ricerca di un pensiero
scopro in uno specchio il cielo
è la geografia del mio cammino
da me, torno da me, perchè ho imparato
a farmi compagnia
dentro di me, rinasco e frego la malinconia
bella come non mi sono vista mai
io mai
fianco a fianco al mio destino scritto nelle linee della mano
l'uragano che mi gira intorno sono solo io
vedo la speranza in fondo a quell'oblio
il difetto è l'esperienza che non ho ancora
ma non me ne prendo cura, non ho più paura
da me torno da me, perchè ho imparato a farmi compagnia
dentro di me, ripeto una bestemmia una poesia,
belle come io non l'ho sentita mai, io mai
occhi dritti all'orizzonte, sull'asfalto lascio le mie impronte
cos'è la solitudine
cos'è
ho voglia di deciderlo da me
da me...
torno da me, da me per non andarmene più via
torno da me...
scopro in uno specchio il cielo
è la geografia del mio cammino
del mio cammino

GoOd MoRnInG....


INUTILE.

E’ inutile far finta che non mi abbia toccato.
Inutile far finta che non mi senta inferiore per questo.
Inutile far finta che la reazione di chi mi sta accanto mi sia piaciuta.
Inutile far finta di non aver voluto che lui capisse quanto mi abbia fatto male.
Inutile far finta che non sia l’ennesimo colpo alla mia autostima e al mio ormai inesistente amor proprio.
Inutile cercare di pensare ad altro quando la mente corre sempre lì.
Inutile far finta che non vorresti essere al suo posto.
Inutile far finta che per te non sia il momento giusto.
Inutile non provare invidia per una cosa che desideri ma che non osi chiedere.
Inutile è soprattutto ogni pensiero a riguardo perché questo, come tante altre cose, non è affar mio.

venerdì 14 novembre 2008

ALONE.

Di nuovo sola.Di nuovo impotente davanti a tanta indifferenza.Continuo a star male e nessuno lo vede.Continuo ad odiarmi e faccio fatica a reagire.Non sono brava a "prendere la mia vita e portarla in salvo", non sono brava a reagire.
So solo piangermi addosso e nascondere il mio dolore di fronte agli altri.So solo dimostrarmi più forte di quello che in realtà sono.
NESSUNO può aiutarmi.Prima lo capirò e prima riuscirò ad uscire da questa m@@@@.

....

“Una mamma e un bambino stanno camminando sulla spiaggia.Ad un certo punto il bambino chiede: “Come si fa a mantenere un amore?”La mamma guarda il figlio e poi gli risponde: “Raccogli un po’ di sabbia e stringi il pugno…”Il bambino stringe la mano attorno alla sabbia e vede che più stringe piu’ la sabbia gli esce dalla mano. “Mamma, ma la sabbia scappa!!!”"Lo so, ora tieni la mano completamente aperta… “Il bambino ubbidisce, ma una folata di vento porta via la sabbia rimanente.”Anche cosi’ non riesco a tenerla!”La mamma sempre sorridendo: “Adesso raccogline un altro po’ e tienila nella mano aperta come se fosse un cucchiaio…abbastanza chiusa per custodirla e abbastanza aperta per la liberta’ “.Il bambino riprova e la sabbia non sfugge dalla mano ed e’ protetta dal vento.”Ecco come far durare un amore…”

..per gentile concessione della Kris ;)

COME SMETTERE DI FARSI LE SEGHE MENTALI E GODERSI LA VITA.

"Questo libro,come promette il titolo,cerca di insegnarti a smettere di farti le seghe mentali e quindi a goderti la vita.
Perchè si, per godersi la vita è sufficiente che smetti di farti le seghe mentali infatti, da momento che il male di cui soffri è quasi tutto mentale, è evidente che è cosi no?
Ma vuoi davvero smettere di farti le seghe mentali?
Vuoi davvero goderti la vita?
Non è una domanda stupida: ci sono scemi che godono come ricci a farsi del male e s'incazzano come coyote quando qualcuno glielo impedisce.
Se non appartieni a questa categoria (quella dei masochisti), vai avanti nella lettura...
Se invece appartieni alla categoria dei masochisti vai avanti lo stesso:già leggere un libro che consideri inutile ti procurerà una sofferenza (e quindi un piacere)mica da niente!Il fatto,poi,di farti del male da solo non mettendolo in pratica, ti procurerà un piacere infernale!...."
Mai libro fu più azzeccato ;)

giovedì 13 novembre 2008

BELLA - Jovanotti

FREEBLOGGER

Free Blogger
Obama ha vinto grazie alla Rete. Ha raccolto fondi on line per un miliardo di dollari per la sua campagna elettorale. "A campaign
powered by people, not the special interests". Una campagna finanziata dalle persone, non dagli interessi di parte.L'Obama de noantri, al secolo Topo Gigio Veltroni, dopo aver fracassato le palle a tutti gli italiani sulla somiglianza tra lui e Obama (un insulto persino peggiore dell'abbronzatura dello psiconano) vuole dare una mano alla Rete. Tutti i blogger si stanno toccando. Topo Gigio è peggio di uno spyware, di un malware, è un virus insidiosissimo che trasforma tutto ciò che tocca in una Walterloo. Il suo incaricato del Pdmenoelle, in arte Franco "Ricardo" Levi, ha depositato alla Commissione Cultura della Camera, con alcuni ritocchi degni di Pol Pot, la famigerata Levi/Prodi.
Detta anche legge "ammazzablogger".
Legge che va ribattezzata in Levi/Veltroni grazie alle nuove clausole.
In sostanza:
- ogni blog è equiparato a un prodotto editoriale
- ogni blog che pubblica Adsense di Google o banner può risponderne all'Agenzia delle Entrate- ogni blog deve iscriversi al ROC (Registro degli Operatori di Comunicazione)
- ogni blog è soggetto alle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa
- ogni blog che non si iscrive al ROC può essere denuciato per il reato di "stampa clandestina": due anni di carcere e sanzioni economiche.
Un blogger può scegliere se iscriversi al ROC, e correre il rischio di una delle innumerevoli denunce penali e civili sui reati a mezzo stampa che risalgono al Codice Rocco del fascismo o, in alternativa, entrare in clandestinità prima di entrare in galera. Insomma, può impiccarsi o spararsi un colpo in testa.La Commissione che deve esaminare la proposta di legge inizierà a breve i lavori sulla "ammazzablogger". Un sostegno da parte della Rete la aiuterà a prendere le decisioni:- partecipate alla petizione per una Rete libera e inviate una mail a Levi e a Veltroni con i vostri suggerimenti- caricate le vostre foto con la scritta: "LIBERO BLOGGER IN LIBERO STATO" all'indirizzo:
Loro non molleranno mai (ma gli conviene), noi neppure.
(BeppeGrillo.it)

PER AVERTI - A.Celentano

...

Come posso immaginare
Tutta la vita senza te
Per averti
Farei di tutto
Tranne perdere la sfida di me stesso
E se è questo
Che tu mi chiedi
Io ti perdo ma stavolta resto in piedi
Anche se qui dentro me qualcosa muore
...
Tu due cuori non li hai
E a me non basta la metà
Se tu scegliere non sai
Scelgo io che male fa
Ma senza voglia
E senza futuro
Vado incontro
Tutto solo a un cielo nero
...

mercoledì 12 novembre 2008

NOVEMBER RAIN

When I look into your eyes
I can see a love restrained
But darlin' when I hold you
Don't you know I feel the same
'Cause nothin' lasts forever
And we both know hearts can change
And it's hard to hold a candle
In the cold November rain
We've been through this such a long long time
Just tryin' to kill the pain
But lovers always come and lovers always go
And no one's really sure who's lettin' go today
Walking away
If we could take the time to lay it on the line
I could rest my head
Just knowin' that you were mine
All mine
So if you want to love me
then darlin' don't refrain
Or I'll just end up walkin'
In the cold November rain
Do you need some time... on your own
Do you need some time... all alone
Everybody needs some time... on their own
Don't you know you need some time... all alone
I know it's hard to keep an open heart
When even friends seem out to harm you
But if you could heal a broken heart
Wouldn't time be out to charm you
Sometimes I need some time... on my own
Sometimes I need some time... all alone
Everybody needs some time... on their own
Don't you know you need some time... all alone
And when your fears subside
And shadows still remain
I know that you can love me
When there's no one left to blame
So never mind the darkness
We still can find a way
'Cause nothin' lasts forever
Even cold November rain
You're not the only one
You're not the only one
Don't ya think that you need somebody
Don't ya think that you need someone
Everybody needs somebody
You're not the only one
You're not the only one
Don't ya think that you need somebody
Don't ya think that you need someone
Everybody needs somebody
You're not the only one
You're not the only one
Don't ya think that you need somebody
Don't ya think that you need someone
Everybody needs somebody
You're not the only one
You're not the only one
Don't ya think that you need somebody
Don't ya think that you need someone
Everybody needs somebody
You're not the only one
You're not the only one

lunedì 10 novembre 2008

NEL GIRO GIUSTO - BUGO



i miei contatti son sempre gli stessi
potrò mai averne diversi
qualcuno che non sappia chi sono
se nella cassaforte io tengo dell'oro
fammi entrare per favore
nel tuo giro giusto...
ho bisogno di socializzare
di uscire dal mio guscio...
io devo uscire dalla mia alienazione
ti chiedo se mi fai promozione
una buona parola per conoscere gli altri che
che mi sembrano sempre più felici di me
fammi entrare per favore
nel tuo giro giusto...
ho bisogno di socializzare
di uscire dal mio guscio...
se frequento te
è la volta giusta che trovo uno spazio per me
se frequento te
se frequento te
è la volta giusta che trovo uno spazio per me
fammi entrare per favore
nel tuo giro giusto...
ho bisogno di socializzare
di uscire dal mio guscio...
fammi entrare per favore
fammi entrare per favore
fammi entrare per favore
fammi entrare per favore
nel tuo giro giusto

domenica 9 novembre 2008

LUCARELLI CI DA' IL BIDONE...



Destinazione della serata:
http://www.mangiarsileparole.it/home.html

Programma :
21.30, Fortezza Vecchia,
Sala della Canaviglia
Incontro con gli Autori
Vibrazioni senza luce, con
Carlo Lucarelli
e Luigi Bernardi, conduce Marcello Cimino
Brindisi di arrivederci


Arriviamo lì e ad attenderci c'è questo (triste e scarno) cartellone:


No comment.

FIORENTINA-ATALANTA 2-1


martedì 4 novembre 2008

...

Non credo che l'analisi mi possa aiutare.
Mi ci vorrebbe una lobotomia.
-Woody Allen-



Adoro quest'uomo.

La moda è ciò che uno indossa. Ciò che è fuori moda è ciò che indossano gli altri

La moda è ciò che uno indossa. Ciò che è fuori moda è ciò che indossano gli altri
(O.Wilde)

WOODY ALLEN

Fino all'anno scorso avevo un solo difetto: ero presuntuoso.
Il mondo si divide in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio ma i cattivi, da svegli, si divertono molto di più.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.
Saggio è chi riesce a vivere inventandosi le proprie illusioni.
Fare sesso è come giocare a bridge. Se non hai un buon partner, meglio che tu abbia una buona mano!
Il sesso è sporco? Solo quando è fatto bene.
"Non sono narcisista, ne' egoista. Se fossi vissuto nell'antica Grecia non sarei stato Narciso"
"E chi saresti stato?"
"Giove"

ODE AL GIORNO FELICE - Pablo Neruda

Questa volta lasciate che sia felice,non è successo nulla a nessuno,non sono da nessuna parte,succede solo che sono felicefino all’ultimo profondo angolino del cuore. Camminando,dormendo o scrivendo,che posso farci, sono felice.sono più sterminato dell’erba nelle praterie,sento la pelle come un albero raggrinzito,e l’acqua sotto,gli uccelli in cima,il mare come un anello intorno alla mia vita,fatta di pane e pietra la terral’aria canta come una chitarra.Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,tu canti e sei canto,Il mondo è oggi la mia animacanto e sabbia,il mondo oggi è la tua bocca,lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbiaessere felice,essere felice perché si,perché respiro e perché respiri,essere felice perché tocco il tuo ginocchioed è come se toccassi la pelle azzurra del cieloe la sua freschezza.Oggi lasciate che sia felice, io e basta,con o senza tutti, essere felice con l’erbae la sabbia essere felice con l’aria e la terra,essere felice con te,con la tua bocca,essere felice.
Ed è proprio quello che non si potrebbe quello che vorrei, ed è sempre quello che non si farebbe quello che farei,ed è come quello che non si direbbe che direi quando dico che non è cosi il mondo che vorrei non si può sorvolare le montagne non può andare dove vorresti andare sai cosa c’è ogni cosa resta qui qui si può solo piangere e alla fine non si piange neanche più ed è proprio quando arrivo lì che già ritornerei ed è sempre quando sono qui che io ripartirei ed è come quello che non c’è che io rimpiangerei quando penso che non è cosi il mondo che vorrei non si può fare quello che si vuole non si può spingere solo l’acceleratore guarda un pò ci si deve accontentare qui si può solo perdere e alla fine non si perde neanche più!
Questo ti volevo dire.
Ho rotto il nostro patto ma forse è stato meglio così.
Ora basta però, non ti voglio rattristare. Mia madre mi ha detto anche che sei bellissima e io lo sapevo. Quando eravamo piccoli ero sicuro che saresti diventata Miss Italia.
Ti bacio,
Pietro
P.S. : preparati perchè quando passo da Bologna
ti prendo e ti porto via.

(Niccolò Ammaniti)

GREATEST MOVIE MOMENTS

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine…
Lentamente muore chi evita una passione…
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo…
Chi non rischia la certezza per l’incertezza…
Chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati…
Lentamente muore chi non trova grazia in se stesso..
Chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia andare…
…evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare…

(Parlami d'amore)

Jack Frusciante è uscito dal gruppo

"E va bene che non bisogna dipendere da nessuno nella propria cazzo di vita, ma io mica dipendo. Io vivo anche da solo, senza dipendere da nessuno, col pilota automatico. (...). Posso sopravvivere col pilota automatico, ma vivere è un altra cosa... Da quando ci siamo addomesticati a vicenda, è logico, per restare a un certo livello non posso più fare a meno di lei;e per lei è lo stesso, anche se ho bisogno di sentirmelo dire cento volte, perchè la paura è troppa"

Pausa pranzo sul Rockfeller Center-New York,USA, 1932

RIDE DELLE CICATRICI ALTRUI CHI NON EBBE A SOFFRIR GIAMMAI FERITA.
"La vita reale è soltanto il riverbero dei sogni dei poeti.La vista di tutto ciò che è bello in arte o in natura, richiama con la rapidità del fulmine il ricordo di chi si ama"(Stendhal)
"Che cosa si dice di un uomo non è importante. Il punto che conta è chi lo dice."(Oscar Wilde)
"Pensa, parla e agisci come se tu dovessi uscire dalla vita da un momento all'altro. "(Marco Aurelio)
La cosa seccante di questo mondo è che gli imbecilli sono sicuri di sé, mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi.
(Bertrand Russell)
E tu spiegami adesso tutto questo silenzio dove va a finire
Se non riesco a parlarti e non so più toccarti

Mi sento morire
Parlo con te

La tigre e la neve

"Se muore lei, per me tutta questa messa in scena del mondo che gira... posso anche smontare, portare via, schiodare tutto, arrotolare tutto il cielo e caricarlo su un camion col rimorchio, possiamo spengere questa luce bellissima del sole che mi piace tanto... ma tanto... lo sai perchè mi piace tanto? Perchè mi piace lei illuminata dalla luce del sole, tanto... portar via tutto questo tappeto, queste colonne, questo palazzo... la sabbia, il vento, le rane, i cocomeri maturi, la grandine, le 7 del pomeriggio, maggio, giugno, luglio, basilico, le api, il mare, le zucchine... le zucchine..."
(http://it.youtube.com/watch?v=Zex_vvPL0Vw)

L'INVIDIOSO MI LODA SENZA SAPERLO. (Kahlil Gibran)
Posso credere a tutto, purché sia sufficientemente incredibile.
(Oscar Wilde)

NOI VOGLIAMO, PER QUEL FUOCO CHE CI ARDE NEL CERVELLO, TUFFARCI NELL'ABISSO, INFERNO O CIELO NON IMPORTA. (Charles Baudelaire)
ERRARE HUMANUM EST, PERSEVERARE AUTEM DIABOLICUM
FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA.
INGANNEVOLE E' IL CUORE PIU' DI OGNI COSA E INCURABILE!CHI LO PUO' CONOSCERE?
(Geremia 17,9)

SENZA MUSICA LA VITA SAREBBE UN ERRORE.
(F.Nietzsche)

L'UOMO PIU' SAGGIO NON E' COLUI CHE SA MA CHI SA DI NON SAPERE.(Socrate)
Cos'è il genio ? E' fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione. (AMICI MIEI)
«Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto.» (H.P.Lovecraft)
"E quando guardi con quegli occhi grandi forse un po' troppo sinceri, sinceri si vede quello che pensi, quello che sogni.... "
"COME FAI ADESSO CHE SEI RIMASTA SOLO TE A SPERARE IN QUALCOSA DI MIGLIORE A PENSARE ANCHE AL GRANDE AMORE ..SEI UN'INCREDIBILE ROMANTICA UN PO' NEVROTICA MA NON PATETICA CERTO UNICA "
"..Ed ora che non mi consolo guardando una fotografia mi rendo conto che il tempo vola e che la vita poi è una sola... "
"..E quando un giorno t'incontrerò magari per la strada magari proprio sotto casa tua ehh!!! ma guarda il caso però guarda il destino splendido!! crudele e splendido!!!! E intanto i giorni passano e i ricordi sbiadiscono e le abitudini cambiano eh eh eh!! E' stato splendido..... "
"...cosa non....farei... io non voglio correre e tu!...non riderai... cosa non...darei... per vivere una favola..."
"..VOGLIO UNA VITA MALEDUCATA DI QUELLE VITE FATTE FATTE COSI' VOGLIO UNA VITA CHE SE NE FREGA CHE SE NE FREGA DI TUTTO SI' VOGLIO UNA VITA CHE NON E' MAI TARDI DI QUELLE CHE NON DORMI MAI VOGLIO UNA VITA VEDRAI CHE VITA VEDRAI .."
..Le stelle stanno in cielo e i Sogni....non lo so So solo che son pochi.... quelli che s'avverano..
"..dietro non si torna non si può tornare giù Quando ormai si vola non si può cadere più.... Qui è logico cambiare mille volte idea ed è facile sentirsi da buttare via!! "
"..e tu Parli....parli... parli di" cose che passano....." e poi sogni......sogni sogni che poi svaniscono Stai con me... ci stai o no ci stai un attimo......un giorno ci stai per essere ancora mia.... oppure ci stai per non andare via!! "
"..il "ritmo" del mondo batte dentro di te mentre cerchi qualcosa.... che forse non c'è!.."
"..Ti sei accorta che facciamo l'amore...sì ti sei accorta sì e non mi dire che non lo volevi e che non lo sapevi che finiva così va bene va bene va bene distratta quando ti conviene diresti anche che mi vuoi bene anche se non me ne vuoi più.."
"..E ho guardato dentro un'emozione e ci ho visto dentro tanto amore che ho capito perché non si comanda al cuore. E va bene così... senza parole... senza parole... "
"Per il mio limite Io non so stare solo Vivere insieme a me Basta aspettarmi uscire... E prendermi con sé Credi che sia facile Credi che sia semplice Vai a farti fottere Credi che sia Una storia semplice .."
"..Voglio trovare un senso a questa vita Anche se questa vita un senso non ce l’ha.. "
"..No! Quest'è un Amore Grande si vuoi che ti dica così ma io non sono come te Ciao! sai cosa ti dico.....CIAO! posso stare....senza Te... senza più tanti "se".... senza tanti "ma", "perché"! senza un "amore" ...così...... io posso stare.....Sì!.... "
"..Voglio vivere come se come se tutto il mondo...fosse... fosse FUORI..e Voglio ridere come se come se ridere di per sé bastasse già; a risolvere...gli ERRORI.. "
"..sorridi e abbassi gli occhi un istante e dici "non credo di essere così importante" ma dici una bugia e infatti scappi via.."

JENNY E' PAZZA

Jenny non vuol più parlare non vuol più giocare vorrebbe soltanto dormire Jenny non vuol più capire sbadiglia soltanto non vuol più nemmeno mangiare Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny ha lasciato la gente a guardarsi stupita a cercar di capir cosa Jenny non sente più niente non sente le voci che il vento le porta Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Io che l'ho vista piangere di gioia e ridere che più di lei la vita credo mai nessuno amò io non vi credo lasciatela stare voi non potete Jenny non può più restare portatela via rovina il morale alla gente Jenny sta bene è lontano...la curano forse potrà anche guarire un giorno Jenny è pazza c'è chi dice anche questo Jenny è pazza c'è chi dice anche questo Jenny ha pagato per tutti ha pagato per noi che restiamo a guardarla ora Jenny è soltanto un ricordo qualcosa di amaro da spingere giù in fondo Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire

OGNI VOLTA

E ogni volta che viene giorno ogni volta che ritorno ogni volta che cammino e mi sembra di averti vicino ogni volta che mi guardo intorno ogni volta che non me ne accorgo ogni volta che viene giorno. E ogni volta che mi sveglio ogni volta che mi sbaglio ogni volta che sono sicuro e ogni volta che mi sembra solo ogni volta che mi viene in mente qualche cosa che non c'entra niente ogni volta...E ogni volta che non sono coerente e ogni volta che non è importante ogni volta che qualcuno si preoccupa per me ogni volta che non c'è proprio quanto la stavo cercando ogni volta... ogni volta quando.... E ogni volta torna sera e la paura e ogni volta torna sera e la paura....E ogni volta che non c'entro ogni volta che non sono stato ogni volta che non guardo in faccia a niente e ogni volta che dopo piango ogni volta che rimango con la testa tra le mani e rimando tutto a domani.

LA RAGAZZA INTERROTTA - Susanna Kaysen

"Non uno, ma tre, sono i Vermeer al Frick. La prima volta che ci sono stata, però, non ho fatto caso agli altri due.[…] Non mi fermai davanti alla signora in veste da camera gialla e alla domestica che le porta una lettera e neppure davanti al soldato con il cappello sfarzoso e alla ragazza che gli sorride: immaginavo calde labbra, occhi castani, occhi azzurri. Quegli occhi castani mi catturarono.Lo sguardo della ragazza punta fuori dal riquadro del dipinto, ignorando il robusto maestro di musica, che poggia la dispotica mano sulla sedia. La luce è smorzata, luce invernale, ma il volto della ragazza è acceso.La fissai negli occhi castani e indietreggiai. Mi stava mettendo in guardia da qualcosa: aveva distolto lo sguardo dalla sua occupazione per mettermi in guardia. La bocca era appena aperta, come se avesse appena respirato solo per dirmi: «Non farlo!»Mi ritrassi, nel tentativo di tenermi fuori dal raggio della sua premura, che tuttavia riempiva il corridoio. «Aspetta», diceva. «Aspetta! Non andare!»Sedici anni dopo ero a New York col mio nuovo, ricco fidanzato.[…][…] «Andiamo al Frick», disse lui.«Non ci sono mai stata», feci io. Poi pensai che forse c'ero stata. Non dissi niente, avevo imparato a non parlare dei miei dubbi.Arrivai lì, lo riconobbi. «Ah», dissi. «Qui c'è un quadro che mi piace.»«Solo uno?» disse lui. «Guarda questi Fragonard.» Non mi piacevano. Mi lasciai i Fragonard alle spalle ed entrai nella sala che porta al cortile.Lei era cambiata molto in sedici anni. Non era più premurosa. Anzi, era triste. Era giovane e distratta, e il suo maestro la incalzava perché gli prestasse attenzione. Ma lei guardava lontano, alla ricerca di uno sguardo che incontrasse il suo.Stavolta lessi il titolo del quadro: Ragazza interrotta mentre suona.Interrotta mentre suona: com'era stata la mia vita, interrotta nella musica dei miei diciassette anni, com'era stata la sua vita, strappata e fissata su tela: un momento reso immobile, per tutti gli altri momenti, qualsiasi cosa fossero o avrebbero potuto essere. Quale vita può guarirne?Adesso avevo qualcosa da dirle. «Ti vedo», dissi.Il mio fidanzato mi trovò che piangevo nel corridoio.«Cos'è successo?» domandò.«Ma non vedi, lei sta cercando di venirne fuori», dissi, indicandola.

Il tempo perso

Sulla porta dell'officina
d'improvviso si ferma l'operaio
la bella giornata l'ha tirato per la giacca
e non appena volta lo sguardo
per osservare il sole
tutto rosso tutto tondo
sorridente nel suo cielo di piombo
fa l'occhiolino familiarmente
Dimmi dunque compagno Sole
davvero non ti sembra che sia un pò da coglione
regalare una giornata come questa ad un padrone?
Jacques Prevert