La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete tracchete il trauma è bello che superato.Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno.Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio.Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono.Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare.Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene.Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i coglioni.E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.
-Woody Allen-

QUOD ME NUTRIT ME DESTRUIT

giovedì 28 agosto 2008

Salvate Starbucks

La crociata. In migliaia contro il colosso americano, che vuole chiudere 600 punti vendita
«Salvate Starbucks» Petizione per 600 bar
Persino i detrattori si schierano per la salvezza dei locali. «Ma solo i ricchi possono permettersi quei prezzi»
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE NEW YORK — È il cappuccino prediletto dalle star di Hollywood, tanto che sono nati siti dedicati a notizie, foto e avvistamenti di celebrities che vanno abitualmente da Starbucks. Celebritystarbucks. com e starbucksgossip. com pubblicano addirittura le liste dei loro drink preferiti: frappuccino alla vaniglia Britney Spears, latte di soia bollente Shakira, alto americano freddo Ben Affleck, latte macchiato alla nocciola Katie Holmes.
Non c'è dunque da sorprendersi se la notizia che Starbucks — il McDonald del fast coffe fondato a Seattle nel 1971 da Howard Schultz — sta per chiudere 600 negozi abbia scatenato il putiferio da una costa all'altra degli States. Dando vita ad un movimento popolare con tanto di sito web, SaveOurStarbucks.com, appoggiato, almeno nello spirito, dall'élite della Mecca del Cinema.(...)

Ma nell'America della crisi economica anche Starbucks è caduto in disgrazia e la sua improvvisa malasorte l'ha reso, improvvisamente, simpatico anche ai puristi che fino a ieri avevano bocciato il suo caffè in quanto «amaro», «stracaro», «fatto con miscele di bassa qualità» e «realizzato con pratiche agricole inique, sfruttando i poveri contadini del sud America». Non molto tempo fa i comici americani si divertivano a ridicolizzare il numero esorbitante di Starbucks che spuntavano come funghi in ogni angolo. La rivista satirica The Onion pubblicò un articolo sulla fantomatica decisione di aprire un nuovo Starbucks nella toilette di uno Starbucks («Per questo la fila fuori dai bagni è così lunga», ironizzò).
Ma i fan hanno sempre superato i detrattori anche perché l'arrivo di uno Starbucks in un quartiere è considerato da sempre il metro del suo progresso socio- economico. «È il segnale della gentrification — scrive il New York Times —. Perché solo i ricchi possono permettersi di bere cappuccino a quei prezzi». Il fatto che dodicimila persone perderanno il lavoro a causa delle chiusure è passato quasi inosservato: è il Frappuccino e il Mocaccino che i giovanissimi caffeinomani yuppie compiangono.
Alessandra Farkas (corriere.it)

Champions League

Slavia-Fiorentina: la cronaca
Eden Stadium, 27.08.2008
Ritorno del terzo turno di qualificazione alla Champions League 2008-2009

Slavia Praga-Fiorentina 0-0
Slavia Praga: 28 Vaniak, 2 Taveres, 3 Braabec, 5 Siklick, 8 Janda (18'st Svento) 9 Toleski(1'st Senkerik), 17 Suschy, 19 Krajcik, 21 Belaid, 24 Necid (25'st Jarolim), 26 Cerny All. Karel Jarolim (22 Divis, 4 Hubacek, 7 Fijs, 10 Jarolim, 14 Senkerik, 18 Svento, 30 Litteri)

Fiorentina: 1 Frey, 3 Dainelli, 5 Gamberini, 6 Vargas, 9 Osvaldo (20'st Osvaldo), 11 Gilardino (33'st Pazzini) , 14 Zauri, 19 Gobbi, 22 Kuzmanovic (20' Donadel), 24 Santana, 88 Felipe Melo All. Cesare Prandelli (13 Storari, 2 Kroldrup, 4 Donadel, 7 Semioli, 8 Jovetic, 29 Pazzini, 30 Almiron)

Primo tempo
1' Destro di Kuzmanovic che esce di poco sul fondo
3' Osvaldo di testa si allunga il pallone, il portiere Vaniak in uscita allontana.
5' Sinistro di Santana che strozza troppo il pallone da buona posizione.
8' Lo Slavia attacca in maniera disordinata, ma trovano un rimpallo per il sinistro di Necid che prende l'esterno della rete.
18' Occasione per Gilardino che viene servito in area e calcia di sinistro, rimpallato in angolo
19' Corner per i viola, palla che arriva a Santana, sinsitro troppo lento. Vaniak para.
20' Sinistro di Brabec al volo, Gobbi devia in angolo.
23' Botta da fuori area di Kuzmanovic, non va.
32' Per due vulte l'urlo rimane strozzato in gola ai 1300 tifosi viola a Praga. Melo di testa sul corner di Santana vola a schiacciare in rete, però il portiere Vaniak salva mandando sulla traversa, rimpallo e ancora Melo calcia di sinistro, questa volta è un difensore a mandare in angolo.
40' Contropiede Fiorentina, Santana riparte da un angolo dello Slavia, serve Gilardino che non riesce a dare il pallone per l'ultimo tocco a Osvaldo.
45' Finisce il primo tempo con una Fiorentina sicura e concreta.

Secondo Tempo
1' Subito una buona occasione per Gilardino fermato al limite dell'area
8' Tiro di Belaid dal vertice destro dell'area che termina di poco sopra la traversa.
15' Tiro di Cerny che Frey para a terra.
26' Osvaldo si libera dal limite e calcia a girare, Vaniak manda in angolo.
32' Contrasto Suchy-Melo nell'ultimo quarto d'ora di Preliminare, rimpallo per Santana che entra in area ma non riesce a calciare
34' Discesa di Jovetic che salta l'uomo e calcia sul secondo palo senza fortuna.
35' Ancora Jovetic che parte in contropiede, serve Vargas in sovrapposizione, cross teso nel mezzo e Vaniak in uscita bassa compie un grande intervento recuprando il pallone destinato al solitario Pazzini in due tempi.
38' Punizione di Jarolim per la testa di Brabec che manda di poco alto sopra la traversa.

CONSEGUENZA DI TUTTO QUESTO....
FIORENTINA in Champions League !!!

concerti:Addio San Siro...questa me l'ero persa..

Polemica A Bresso area concerti per 80 mila spettatori. Primo festival a settembre
Le rockstar: troppi decibel? Milano addio
L' avevano minacciato nel mezzo della guerra dei decibel a San Siro: «Se saremo costretti, beh, allora lasceremo Milano». E il primo passo, adesso, gli organizzatori dei megaconcerti l' hanno fatto. Tre chilometri fuori città, accanto all' aeroporto di Bresso: «Uno spazio più attrezzato e facilmente raggiungibile, che non soffre problemi di volumi e orari». Né al Mezza né all' Arena, dunque: il primo «Fly Festival» inizia il 2 settembre in provincia, lontano dalle polemiche, dagli esposti dei residenti, dalle inchieste della Procura e dalle misurazioni dei tecnici dell' Arpa. Nasce un campovolo per la musica. L' area concerti «Fly» è stata costruita nel parco Nord, di fronte alle fabbriche dell' hinterland. Ci sono già la benedizione e il patrocinio del Comune di Bresso, arriveranno sul palco Giovanni Allevi, Tiromancino, Davide Van De Sfroos. E il 12 settembre, spazio all' evento-manifesto «Articolo 1.001: il rock va suonato al volume che serve». Schitarrate in libertà, senza sordina. Un esperimento-provocazione: «Così la grande musica può spostarsi da Milano», sorride Mirko Zeppellini, amministratore di Fly Group, e ricorda che l' articolo 1.001 (finto) della Costituzione l' ha preso in prestito dall' ultimo show di Ligabue al Meazza. Per dire: il rock non si discute. E allora: il campovolo di Bresso può ospitare fino a 80mila spettatori (più d' un concerto a San Siro), trasformarsi in un cinema da 7mila posti a sedere (con schermo da 500 metri quadri). Ha pizzeria, quattro pub, edicola, wi-fi... Il prossimo obiettivo? «Far suonare qui i più grandi». Dagli U2 a Vasco, al costituzionalista del rock Luciano Ligabue. «Stiamo trattando».
Stella Armando (corriere.it)


mercoledì 27 agosto 2008

E...

E...
Vuoi da bere
Vieni qui
Tu per me
Te lo dico sottovoce
Amo te
Come non ho fatto in fondo
con nessuna
resta qui un secondo

E...
se hai bisogno
e non mi trovi
cercami in un sogno

amo te
quella che non chiede mai
non se la prende
se poi non l'ascolto

E...
sei un piccolo fiore per me
e l'odore che hai
mi ricorda qualcosa
va bè...
non sono fedele mai
forse lo so

E...
quando sento
il tuo piacere che si muove lento
ho un brivido
tutte le volte che il tuo cuore
batte con il mio
poi nasce il sole...

E...
ho un pensiero che parla di te
tutto muore ma tu
sei la cosa più cara che ho
e se mordo una fragola
mordo anche te

E...
sei un piccolo fiore per me
e l'odore che hai
mi ricorda qualcosa
va bè...
non sono fedele mai
ora lo so

martedì 26 agosto 2008

finalmente.

son soddisfazioni.

un genio.

Bohemian Rhapsody

Is this the real life, is this just fantasy?
Caught in a landslide, no escape from reality
Open your eyes, look up to the skies and see
I'm just a poor boy, I need no sympathy
Because I'm easy come, easy go
A little high, little low
Anyway the wind blows, doesn't really matter to me, to me

Mama, just killed a man, put a gun against his head
Pulled my trigger, now he's dead, mama
Life had just begun, but now I've gone and thrown it all away
Mama, oooh
Didn't mean to make you cry
If I'm not back again this time tomorrow
Carry on, carry on, as if nothing really matters

Too late, my time has come
Sends shivers down my spine, body's aching all the time
Goodbye everybody, I've got to go
Gotta leave you all behind and face the truth
Mama oooh, I don't want to die
I sometimes wish I'd never been born at all

I see a little silhouette of a man
Scaramouch, scaramouch, will you do the fandango?
Thunderbolt and lightning, very very frightening me
Gallileo, gallileo, gallileo, gallileo
Gallileo figaro, magnifico

But I'm just a poor boy and nobody loves me
He's just a poor boy from a poor family
Spare him his life from this monstrosity
Easy come easy go, will you let me go
Bismillah no, we will not let you go - Let him go
Bismillah, we will not let you go - Let him go
Bismillah, we will not let you go - Let me go
Will not let you go - Let me go - Never
Never let you go - Let me go, never let me go, oooh
No, no, no, no, no, no, no
Oh mama mia, mama mia, mama mia let me go
Beelzebub has a devil put aside for me, for me, for me

So you think you can stone me and spit in my eye
So you think you can love me and leave me to die
Oh baby, can't do this to me baby
Just gotta get out, just gotta get right outta here

Ooh yeah, ooh yeah, nothing really matters, anyone can see
Nothing really matters, nothing really matters to me
Anyway the wind blows
----------------------------------------------------
Rapsodia gitana

È questa la vera vita, è questa solo fantasia?
Perso in una frana, senza scampo dalla realtà
Aprite gli occhi, alzate lo sguardo verso il cielo e vedrete
Sono solo un povero ragazzo, senza bisogno di comprensione
Perché mi faccio trasportare facilmente
Un po' su, un po' giù
Comunque il vento continua a soffiare, a me in realtà non importa

Mamma, ho appena ucciso un uomo, ho puntato una pistola alla sua testa
Ho premuto il grilletto, ed ora è morto, mamma
La vita era appena iniziata, ma ora io l'ho gettata via
Mamma, ooh
Non volevo farti piangere
Se non sarò tornato domani a quest'ora
Va' avanti, va' avanti, come se niente fosse accaduto

Troppo tardi, è giunta la mia ora
Ho i brividi lungo la schiena, il corpo duole in continuazione
Addio a tutti, devo andare
Devo lasciarvi tutti e affrontare la verità
Mamma, ooh, non voglio morire
A volte desidererei di non essere mai nato

Vedo una piccola sagoma d'uomo
Spaccone, spaccone vorresti ballare il fandango?
Fulmini e saette, molto, molto mi spaventano
Galileo, Galileo Galileo, Galileo
Galileo figaro, magnifico

Ma sono solo un povero ragazzo e nessuno mi ama
È solo un povero ragazzo di una povera famiglia
Risparmiate la sua vita da questa mostruosità
Uno che si lascia trasportare facilmente, uno semplice, mi lascerete andare
Per l'amor di Dio! No, non ti lasceremo andare - Lasciatelo andare
Per l'amor di Dio! Non ti lasceremo andare - Lasciatelo andare
Per l'amor di Dio! Non ti lasceremo andare - Lasciatemi andare
Non ti lasceremo andare, lasciatemi andare - Mai
Mai lasciarti andare - Lasciatemi andare, non lasciatemi andare mai, ooh
No, no, no, no, no, no, no
Oh mamma mia, mamma mia, mamma mia, lasciatemi andare
Belzebù ha messo un diavolo da parte per me, per me, per me

Così pensi di potermi lapidare e sputarmi in un occhio,
Così pensi di potermi amare e lasciarmi morire
Oh bambina, non puoi farmi questo, bambina
Devo solo uscire, devo solo uscire di qui

Oh sì, oh sì, niente m'importa veramente, chiunque può capirlo
Niente è veramente importante, niente m'importa davvero
Comunque il vento continua a soffiare
So che è l 'ennesima volta che posto sta canzone sul blog ma é come uno stato mentale per me,ci sono giorni "B.R.",giorni Sally,giorni Vivere,giorni Hollywood..non posso farci nulla la musica ha questo straordinario potere.

Giù il cinema futurista, si fa il parcheggio

(corriere.it)
SCOPPIA LA POLEMICA A LIVORNO. anche sgarbi scende in campo
«E le macchine passeranno davanti alla tomba di Smollett, uno dei più grandi scrittori britannici»

LIVORNO - L’ultima ruspa ha fatto arrabbiare anche Vittorio Sgarbi. «Stanno distruggendo una delle testimonianze più importanti dell’architettura cinematografica del Novecento», ha detto il professore. E subito dopo sono arrivate raffiche di proteste, appelli per bloccare il progetto Odeon, ovvero lo smantellamento di uno dei cinema più belli di Livorno, in pieno centro città, progettato dall’architetto futurista Virgilio Marchi.
DAL CINEMA AL POSTEGGIO - L’Odeon, con un finanziamento di 6 milioni di euro, sta per essere trasformato in un posteggio da 600 auto. Un progetto indispensabile per cambiare la viabilità del centro diviso in due dalla chiusura di Piazza Cavour. Eppure i lavori “salva traffico” per molti sono un oltraggio estetico. E anche in insulto al Futurismo alla vigilia dei festeggiamenti (nel 2009) della nascita del movimento con il famoso manifesto di Marinetti.

lunedì 25 agosto 2008

PECHINO 2008



E Adesso Che Tocca A Me...


E adesso che sono arrivato
Fin qui grazie ai miei sogni
Che cosa me ne faccio
Della REALTÀ

Adesso che non ho
Più le mie illusioni
Che cosa me ne frega
Della VERITÀ

Adesso che ho capito
Come va il mondo
Che cosa me ne faccio Della SINCERITÀ
E adesso
E adesso

E adesso che non ho
Più il mio motorino
Che cosa me ne faccio
Di una macchina

Adesso che non c'è
Più Topo Gigio
Che cosa me ne frega
Della Svizzera

Adesso che non c'è
Più brava gente
E tutti son più furbi Più furbi di me

E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME

giovedì 21 agosto 2008

Lacuna Coil

Damned, looking into the sky
I can feel this rain
right now it's falling on me
fly, I just want to fly
life is all mine
some day I cry alone,
but I know I'm not the only one
I see that another day is gone, gone
I don't wanna die...
Please be here when I'll arrive, don't die... please

prego, guardando il cielo
sento la pioggia
subito sta cadendo su di me
volare, voglio solo volare
la vita è solo mia
a volte piango da solo
ma so che non sono l'unico
sono qui, un altro giorno è passato
non voglio morire...?
per favore sii presente quando arriverò, non piangere...per favore

sarcasmo notturno.

Tu sì.....che sei Speciale
ti invidio sempre un po'
sai sempre cosa fare...e...
e che cosa è giusto o no!

mercoledì 20 agosto 2008

S.O.S. - Good Charlotte

Is anybody listening?
Can they hear me when I call?
I'm shooting signals in the air
'Cause I need somebody's help
I can't make it on my own
So I'm giving up myself
Is anybody listening
Listening

I'll be standing here and I'm miles away
Making signals hoping they'd save me
I lock myself inside these walls
'Cause out there I'm always wrong
I don't think I'm gonna make it
So while I'm sitting here
On the eve of my death bed
I'll write this letter and hope it saves me

Is anybody listening?
Can they hear me when I call?
Should I take notes in the end?
'Cause I need somebody's help
I can't make it on my own
So I'm giving up myself
Is anybody listening
Listening

I'm stuck in my own head and I'm oceans away
Would anybody notice if I chose to stay?
I'll send and SOS tonight
Wonder if I will survive
How in the hell did I get so far away this time
So now I'm sitting here
The time of my departure's near
I say a prayer
Please someone save me

Is anybody listening?
Can they hear me when I call?
Should I take notes in the end?
'Cause I need somebody's help
I can't make it on my own
So I'm giving up myself
Is anybody listening
Listening

I'm lost here
I can't make it on my own
I don't wanna die alone
I'm so scared
Drowning now
Reaching out
Holding on to everything I love
Crying out
Dying now
Need some help

Is anybody listening?
Can you hear me when I call?
Shooting signals in the air
I need somebody's help
I can't make it on my own
So I'm giving up myself
Is anybody listening?


----------------------------------------------------------------------------
Qualcuno sta ascoltando? Potete sentirmi quando chiamo?
Lanciando segnali nell’aria, perché ho bisogno dell’aiuto di qualcuno
Non posso farcela da solo, così sto cedendo
Qualcuno sta ascoltando?ascoltando?

Mi sono incagliato qui e sono miglia lontano
Facendo segnali sperando che mi salvino
Sono bloccato dentro queste pareti
Perché fuori di qui ho sempre torto
Non penso di potercela fare
Così mentre siedo qui alla vigilia della mia sconfitta
Scrivo questa lettera e spero che mi salvi

Qualcuno sta ascoltando? Potete sentirmi quando chiamo?
Lanciando segnali nell’aria, perché ho bisogno dell’aiuto di qualcuno
Non posso farcela da solo, così sto cedendo
Qualcuno sta ascoltando?ascoltando?

Ho incastrato proprio la mia testa e sono a miglia di distanza
Vorresti l’avviso di qualcuno se lasciassi questo posto?
Mi sto guardando stanotte, meravigliandomi se sopravviverò
Come ho patito così lontano questo tempo nell’inferno
Ho avuto elevate speranze per la mia vita
Indietro quando ero ancora vivo
Ero solito voler vivere per sempre

Qualcuno sta ascoltando? Potete sentirmi quando chiamo?
Lanciando segnali nell’aria, perché ho bisogno dell’aiuto di qualcuno
Non posso farcela da solo, così sto cedendo
Qualcuno sta ascoltando?ascoltando?

Sono perduto qui
Non posso proprio farcela
Non voglio morire da solo
Sono così spaventato
Annegando adesso
Allungando un braccio
Aggrappandomi a ogni cosa che so
Gridando morente adesso, ho bisogno di qualche aiuto


Qualcuno sta ascoltando? Potete sentirmi quando chiamo?
Lanciando segnali nell’aria, perché ho bisogno dell’aiuto di qualcuno
Non posso farcela da solo, così sto cedendo
Qualcuno sta ascoltando?ascoltando?

DON'T STOP ME NOW

I'm a shooting star leaping through the sky
Like a tiger defying the laws of gravity
I'm a racing car passing by like Lady Godiva
I'm gonna go, go, go, there's no stopping me
I'm burning through the sky Yeah!

Sono una stella cadente che attraversa il cielo
Come una tigre che sfida le leggi di gravità
Sono una macchina da corsa che sfila come Lady Goliva
Vado, vado, vado, vado, niente mi può fermare
Brucio nel cielo Sì!

IL DISCORSO DI GHANDI

"(...)Ho forte fiducia che se unite i vostri cuori, non solo le vostre menti, e capite il segreto dei messaggi che i saggi uomini d’Oriente ci hanno lasciato, e che se veramente diventiamo, meritiamo e siamo degni di questo grande messaggio, allora capirete facilmente che la conquista dell’Occidente sarà stata completata e che questa conquista sarà amata anche dall’Occidente stesso.
L’Occidente di oggi desidera la saggezza. L’Occidente di oggi è disperato per la proliferazione della bomba atomica, perché significa una completa distruzione, non solo dell’Occidente, ma la distruzione del mondo, come se la profezia della Bibbia si avverasse e ci fosse un vero e proprio diluvio universale. Voglia il cielo che non ci sia quel diluvio, e non a causa degli errori degli umani contro se stessi. Sta a voi consegnare il messaggio al mondo, non solo all’Asia, e liberare il mondo dalla malvagità, da quel peccato.
Questa è la preziosa eredità che i vostri maestri, i miei maestri, ci hanno lasciato.

M. K. Gandhi

TESTO E VIDEO INTEGRALI:http://www.avoicomunicare.it/testodiscorso.htm

lunedì 18 agosto 2008

Harry Potter,slitta uscita del film

(tgcom.it)
Milioni di fan sul piede di guerra
Un puro calcolo da parte degli esperti di marketing e così il nuovo capitolo cinematografico della saga di Harry Potter slitta di otto mesi. La data di uscita per il sesto film della serie, "Harry Potter e il Principe Mezzosangue" è stata fissata a luglio 2009 rispetto a quella inizialmente prevista di novembre 2008. La Warner Bros ha giudicato più lucrativa l'uscita estiva.
Il film sarà nelle sale solo il 17 luglio del prossimo anno: irritati i milioni di fans del maghetto sparsi per il mondo. Alcuni trailer avevano già iniziato a circolare, annunciando l'uscita del film per novembre. La Warner Bros ha però deciso in extremis il cambiamento di programma giudicando più lucrativa l'uscita in estate, periodo nel quale l'industria di Hollywood realizza circa il 40 per cento dei suoi introiti medi annuali. Il presidente della compagnia, Alan Horn, ha anche fatto riferimento alle ripercussioni dello sciopero, durato tre mesi, degli sceneggiatori. Uno sciopero finito in febbraio "ma che ha pregiudicato la preparazione di sceneggiature per altri film". Horn ha detto che la stagione estiva "è la finestra ideale per la famiglia, come provato dal successo del nostro ultimo film su Harry Potter". Lo studio Warner ha anche comunicato che il cambio di data non altererà i piani di produzione per l'avventura finale di Harry Potter, settima e ultima storia della scrittrice britannica J.K. Rowling, che sarà divisa in due parti, e la cui uscita, relativamente alla prima parte, è prevista per novembre 2010.
..ogni tanto guardo intorno a me
a quello che c'è
se poi davvero è proprio tutto così
se è tutto qui..
"...e adesso invece non ci credo più
non credo più a niente
e la mia vita non la rischio più
per nessuno e per niente.."

un mito.

venerdì 15 agosto 2008

28.04.2008

(dal post di aprile..)
TITOLO:pensieri.
TESTO:Ero entusiasta.Piena di cose da scrivere e racconti da fare su questi giorni di "festa" pieni di gitarelle, relax (apparente), chiacchere, foto, ecc..ma come al solito tutto svanisce, il mio entusismo viene offuscato dal pessimismo e l'indifferenza di chi mi sta accanto.
A nulla sono servite le belle parole di stamattina, a nulla servono le promesse fatte solo per salvarsi il c**o quando ci si rende conto che tutto intorno crolla.
E a nulla valgono i miei pensieri e i miei sentimenti se non mi decido ad essere abbastanza egoista da non farmi prendere dal "buon cuore" e dalla speranza che tutto possa sistemarsi senza che nessuno si faccia male.Per adesso l'unica a farsi veramente male (per altro con le proprie mani) sono solo stata io e francamente ne ho le palle piene.Sono stanca di lagnarmi,stanca di chidermi sempre se sto facendo bene, stanca di chiedermi se è colpa mia,stanca di aspettare, stanca di accontentarmi, stanca di rendere conto agli altri, stanca di non essere egoista, stanca di non volermi bene, stanca di piangere da sola, stanca di sentirmi ivisibile, stanca di essere stanca.Ho trovato un valido compromesso con la mia mente, obbligarmi a vivere la giornata, cercando di pensare meno possibile al domani e ai giorni che lo seguiranno per non farmi paranoie inutili ma adesso anche pensare di arrivare a fine giornata senza arrabbiarmi ed essere scontenta sta diventando difficile e allora quale dovrebbe essere la soluzione?Vivere al minuto?Mettere sottosopra la mia vita e ripartire da capo?Continuare a cercare una mediazione tra i miei desideri e le sue capacità di capirli?Ma vivere aspettandosi qualcosa che inconsciamente si sa già che non arriverà mai ha senso?
Le persone non possono cambiare, si è solo illusi se si crede che questo possa accadere, la mia non è ancora (fortunatamente) una veneranda età dalla quale attingere esperienze così importanti e significative per risolvere enigmi così grandi, ma sento che non occorre aspettare ancora per capire, ho già capito.
Certe cose non cambiano, forse IO sono cambiata, prima vedevo tutto in modo diverso, adesso vedo tutto così difficile e lontano da una vera felicità, forse il dolore e l'odio che provavo per me stessa mi dava una percezione della realtà differente, adesso mi sento come rinata, ma da quando ho riaperto gli occhi il mondo non mi sembra più quello in cui credevo di vivere.
Così come un immagine è riuscita a farmi capire quanto fosse stupido il male che mi stavo facendo, spero che accada qualcosa che mi faccia capire cosa mi renderebbe davvero felice.


"Ad alcuni per essere felici manca davvero soltanto la felicita' "
(Stanislaw Lec)
--------------------------------------------------------------------------
Non so se piangere o ridere.Se essere spaventata o cos'altro.Leggo questo post di quasi 5 mesi fa,dal quale sono passati oltre 100giorni e mi rendo conto che nulla è cambiato.
E la colpa è solo mia.
Mi ostino a credere che possa essere diverso ma certe cose fanno più male di quanto non sembri. Adesso i silenzi vengono sostituiti da risposte irrispettose e comportamenti assurdi.
Tutto quello che provo a dirti,tutto quello che vedi,tutto il male che mi faccio, tutto l'odio che ho verso me stessa non è altro un bisogno di attirare la tua attenzione,il tuo giudizio per me è vitale,vivo per poter leggere nei tuoi occhi anche per un solo secondo,la tua approvazione,per essere certa che quello che vedi non ti disgusta, la mia più grande paura è che tu mi veda come mi vedo io.E io non vorrei mai una persona simile.
Mi sento sola,mi sto allontanando e nessuno mi trattiene,forse è questa la soluzione a tutti i miei problemi.

...

"L'amore è un castigo:
siamo puniti per non aver saputo restare soli."
-Marguerite Yourcenar-

giovedì 14 agosto 2008

...

Non è così che passa in fretta questa dolce malattia
Mi butterei da quella stella spenta di malinconia
in questa urgenza di vivere e furia di sentire so di esistere
Notti senza cuore da non aver pietà a parlare agli angeli
qualcuno sentirà
Notti senza nome da far tremare il cielo dove c'è una via d'uscita
che trascina via da quì in un volo bellissimo in un mare bellissimo
E' stata una battaglia persa Niente che mi tira su
nemmeno un'ora di violenza che consoli alla tv
Gli occhi sopra le nuvole aspettando la luce di un'alba atomica
Notti senza cuore da non aver pietà a parlare agli angeli qualcuno sentirà
Notti senza nome da far tremare il cielo dove c'è una via d'uscita
che trascina via da quì in un volo bellissimo in un mare bellissimo
e mi sembra bellissimo sopra un mare bellissimo
Notti senza cuore da far tremare il cielo dove c'è una via d'uscita
che trascina via da quì
Notti abbandonate all'ultimo piano notti perse per le scale e notti andate a male
Notti senza me sopra un mare bellissimo
e mi sembra bellissimo in un mare bellissimo
Notti senza cuore dentro nei portoni notti da coprire il cielo coi cartoni
Notti senza cuore notti senza me

mercoledì 13 agosto 2008

serata allo stadio..

Preliminari di Champions League: FIORENTINA - SLAVIA PRAGA 2-0
http://it.violachannel.tv/dettaglio-news/items/fiorentina-slavia-la-diretta.html

..SON SODDISFAZIONI..

7/11 agosto: BERLINO

Mentre ero sull'aereo che mi avrebbe riportata in Italia,mi è venuta in mente una frase di un film in cui la protagonista,rimasta completamente affascinata dalla città in cui è stata dice riferendosi al ritorno a casa:"VORREI CHE QUESTA FOSSE LA PARTENZA.".
Nessuna delle città europee che ho visitato mi ha affascinato tanto quanto Berlino.

lunedì 4 agosto 2008

fine settimana&co

VENERDI: cena a Livorno all'Osteria "La sgranata" e giro in centro alla Notte Bianca SABATO: pomeriggio giro in moto a Montecarlo (LU),la sera cena per la Festa della Battitura a CdS (327 persone)DOMENICA: giro in moto,la sera a Livorno ad Effetto Venezia,"cena" da Giovanni e concerto dei Licantropi (spettacolari) in piazza Cavallotti (con acquisto del nuovo Cd del gruppo livornese),rientro in moto oltre la mezzanotte


(video preso da Youtube)
LUNEDI: acquisto scarpe (cercate per mari e monti) e spesa




..i dettagli verranno divulgati successivamente (oppure no..a discrezione della sottoscritta ;) )..

Intanto inizia il conto alla rovescia... -2...

venerdì 1 agosto 2008

gerghi romaneschi..


-SEI TARMENTE BRUTTO CHE SE T'AVVICINI AR COMPUTER PARTE L'ANTIVIRUS
-SEI COSÌ BRUTTO CHE NUN TE SORRIDONO MANCO LI SOFFICINI
-VATTELA A PIJÀ 'N DER CULO TE E TUTTO L'ARBERO GENEALOGICO TUO, DA 'A RADICE ALLA CHIOMA
-HAI VISTO PIÙ COMETE CHE FREGNE
-SEI COSÌ CORNUTO CHE SI TE VEDE 'N CERVO VA 'N DEPRESSIONE
-SEI TARMENTE BRUTTA CHE BISOGNA GUARDATTE CO' 'R DECODER
-TE DO 'NA PIZZA CH'ER TELEFONINO TUO DA FAMILY DIVENTA ORFANY
-QUELLA È LA TU' RIGAZZA, O TE C'HANNO VOMMITATO ACCANTO?
-È USCITO FÒRI MEJO PINOCCHIO CO' 'NA SEGA CHE TE CO' 'NA SCOPATA
-TRA TANTI SPERMATOZOI TU' MADRE HA SCERTO PÒPO ER PIÙ COJONE
-C'HAI ER NASO COSÌ LUNGO CHE NUN TE SE CHIUDE LA CARTA D'IDENTITÀ
-SEI COSÌ BRUTTO CHE SI LANCI 'N BOOMERANG QUELLO CE PENSA DU' VÒRTE PRIMA DE TORNÀ 'NDIETRO
-MA AR POSTO DER DNA CHE C'HAI 'A CATENELLA DER CESSO AROTOLATA
-TE 'NFILO 'NA MANO AR CULO, TE SFILO 'A SPINA DORZALE E TE CE FRUSTO
-JE STO A SCUREGGIÀ A BANDA LARGA:È LA TU' RIGAZZA O STAI A FA' VOLONTARIATO?:FATTE 'A MAPPA DE LI DENTI, CHE MO' TE LI MISCHIO
-ME SO' BUTTATO SUR LETTO COME INZAGHI IN AREA DE RIGORE
-SEI TARMENTE PIATTA CHE DE REGGISENO NUN C'HAI 'A PRIMA, MA 'A RETROMARCIA
-TE FACCIO PASSÀ 'N MEZZO A 'N INCROCIO DE SCHIAFFI CHE NUN SAI MANCO A CHI DEVI DA' 'A PRECEDENZA
-SEI COSÌ BRUTTO CHE TU' MADRE, QUANN'ERI REGAZZINO, TE METTEVA NER PASSEGGINO E SE VERGOGNAVA TARMENTE TANTO CHE TE MANNAVA 'N GIRO CO''R TELECOMANDO
-ARIVI COME 'N RUTTO DOPO 'NA SPRAIT!
-SEI TARMENTE GRASSA CHE SUR CELLULARE 'NVECE DE "TIM" T'HANNO SCRITTO "TIR":SEI TARMENTE BRUTTO CHE L'OSTETRICA QUANNO SEI NATO 'NVECE DE DA' 'NO SCHIAFFO A TE, L'HA DATO A TU' MADRE
-SEI COSÌ STUPIDO CH'ER CÒRE TUO SE STA A DOMANNÀ SE VALE 'A PENA DE POMPÀ TUTTO QUEL SANGUE AR CERVELLO
-QUANNO È GIORNATA DA PIJALLO 'N CULO ER VENTO T'ARZA SEMPRE 'A CAMICIA
-NUN SEI PELATO, È CHE C'HAI LA RIGA LARGA
-AHÒ, MA CHE TE SEI MAGNATO LE UNGHIE? C'HAI L'ALITO CHE GRAFFIA!
-C'HAI LE TETTE CHE TE FANNO "BANGI-GIAMPING"
-SEI TARMENTE BRUTTO CHE QUANNO TU' PADRE T'HA PORTATO ALLO ZOO J'HANNO DATO DU' ELEFANTI DE RESTO

..per gentile concessione dello zioale :)

9 PAROLE CHE USANO LE DONNE

1) BENE: questa è la parola che usano le donne per terminare una discussione quando hanno ragione e tu devi stare zitto.
2) 5 MINUTI: se la donna si sta vestendo significa mezz’ora. 5 minuti è solo 5 minuti se ti ha dato appena 5 minuti per guardare la partita prima di aiutare a pulire in casa.
3) NIENTE: La calma prima della tempesta. Vuol dire qualcosa... e dovreste stare all’erta. Discussioni che cominciano con niente normalmente finiscono in BENE.
4) FA’ PURE: e’ una sfida, non un permesso. Non lo fare.
5) SOSPIRONE: è come una parola, ma un’affermazione non verbale perciò spesso fraintesa dagli uomini. Un sospirone significa che lei pensa che sei un’idiota e si chiede perché sta perdendo il suo tempo li davanti a te a discutere di niente (torna al punto 3 per il significato della parole niente).6) OK: Questa è una delle parole più pericolose che una donna possa dire a un uomo. Significa che ha bisogno di pensare a lungo prima di decidere come e quando fartela pagare.
7) GRAZIE: Una donna ti ringrazia; non fare domande o non svenire; vuole solo ringraziarti (vorrei qui aggiungere una piccola clausola – è vero a meno che non dica “grazie mille” che è PURO sarcasmo e non ti sta ringraziando. NON RISPONDERE “non c’è di che” perché ciò porterebbe a un: “quello che vuoi”.
8) QUELLO CHE VUOI: è il modo della donna per dire ”vaffanculo”.
9) NON TI PREOCCUPARE FACCIO IO: un’altra affermazione pericolosa; significa che una donna ha chiesto a un uomo di fare qualcosa svariate volte, ma adesso lo sta facendo lei. Questo porterà l’uomo a chiedere: “Cosa c’e’ che non va?”Per la riposta della donna fai riferimento al punto 3.• Mandalo a tutti gli uomini che conosci per avvertirli che potrebbero evitare delle discussioni se solo si ricordassero la terminologia.• Mandalo a tutte le donne che conosci per farle ridere perché sanno che e’vero.

..per gentile concessione d'ER CANADESE.. :)

La moda è ciò che uno indossa. Ciò che è fuori moda è ciò che indossano gli altri

La moda è ciò che uno indossa. Ciò che è fuori moda è ciò che indossano gli altri
(O.Wilde)

WOODY ALLEN

Fino all'anno scorso avevo un solo difetto: ero presuntuoso.
Il mondo si divide in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio ma i cattivi, da svegli, si divertono molto di più.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.
Saggio è chi riesce a vivere inventandosi le proprie illusioni.
Fare sesso è come giocare a bridge. Se non hai un buon partner, meglio che tu abbia una buona mano!
Il sesso è sporco? Solo quando è fatto bene.
"Non sono narcisista, ne' egoista. Se fossi vissuto nell'antica Grecia non sarei stato Narciso"
"E chi saresti stato?"
"Giove"

ODE AL GIORNO FELICE - Pablo Neruda

Questa volta lasciate che sia felice,non è successo nulla a nessuno,non sono da nessuna parte,succede solo che sono felicefino all’ultimo profondo angolino del cuore. Camminando,dormendo o scrivendo,che posso farci, sono felice.sono più sterminato dell’erba nelle praterie,sento la pelle come un albero raggrinzito,e l’acqua sotto,gli uccelli in cima,il mare come un anello intorno alla mia vita,fatta di pane e pietra la terral’aria canta come una chitarra.Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,tu canti e sei canto,Il mondo è oggi la mia animacanto e sabbia,il mondo oggi è la tua bocca,lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbiaessere felice,essere felice perché si,perché respiro e perché respiri,essere felice perché tocco il tuo ginocchioed è come se toccassi la pelle azzurra del cieloe la sua freschezza.Oggi lasciate che sia felice, io e basta,con o senza tutti, essere felice con l’erbae la sabbia essere felice con l’aria e la terra,essere felice con te,con la tua bocca,essere felice.
Ed è proprio quello che non si potrebbe quello che vorrei, ed è sempre quello che non si farebbe quello che farei,ed è come quello che non si direbbe che direi quando dico che non è cosi il mondo che vorrei non si può sorvolare le montagne non può andare dove vorresti andare sai cosa c’è ogni cosa resta qui qui si può solo piangere e alla fine non si piange neanche più ed è proprio quando arrivo lì che già ritornerei ed è sempre quando sono qui che io ripartirei ed è come quello che non c’è che io rimpiangerei quando penso che non è cosi il mondo che vorrei non si può fare quello che si vuole non si può spingere solo l’acceleratore guarda un pò ci si deve accontentare qui si può solo perdere e alla fine non si perde neanche più!
Questo ti volevo dire.
Ho rotto il nostro patto ma forse è stato meglio così.
Ora basta però, non ti voglio rattristare. Mia madre mi ha detto anche che sei bellissima e io lo sapevo. Quando eravamo piccoli ero sicuro che saresti diventata Miss Italia.
Ti bacio,
Pietro
P.S. : preparati perchè quando passo da Bologna
ti prendo e ti porto via.

(Niccolò Ammaniti)

GREATEST MOVIE MOMENTS

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine…
Lentamente muore chi evita una passione…
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo…
Chi non rischia la certezza per l’incertezza…
Chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati…
Lentamente muore chi non trova grazia in se stesso..
Chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia andare…
…evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare…

(Parlami d'amore)

Jack Frusciante è uscito dal gruppo

"E va bene che non bisogna dipendere da nessuno nella propria cazzo di vita, ma io mica dipendo. Io vivo anche da solo, senza dipendere da nessuno, col pilota automatico. (...). Posso sopravvivere col pilota automatico, ma vivere è un altra cosa... Da quando ci siamo addomesticati a vicenda, è logico, per restare a un certo livello non posso più fare a meno di lei;e per lei è lo stesso, anche se ho bisogno di sentirmelo dire cento volte, perchè la paura è troppa"

Pausa pranzo sul Rockfeller Center-New York,USA, 1932

RIDE DELLE CICATRICI ALTRUI CHI NON EBBE A SOFFRIR GIAMMAI FERITA.
"La vita reale è soltanto il riverbero dei sogni dei poeti.La vista di tutto ciò che è bello in arte o in natura, richiama con la rapidità del fulmine il ricordo di chi si ama"(Stendhal)
"Che cosa si dice di un uomo non è importante. Il punto che conta è chi lo dice."(Oscar Wilde)
"Pensa, parla e agisci come se tu dovessi uscire dalla vita da un momento all'altro. "(Marco Aurelio)
La cosa seccante di questo mondo è che gli imbecilli sono sicuri di sé, mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi.
(Bertrand Russell)
E tu spiegami adesso tutto questo silenzio dove va a finire
Se non riesco a parlarti e non so più toccarti

Mi sento morire
Parlo con te

La tigre e la neve

"Se muore lei, per me tutta questa messa in scena del mondo che gira... posso anche smontare, portare via, schiodare tutto, arrotolare tutto il cielo e caricarlo su un camion col rimorchio, possiamo spengere questa luce bellissima del sole che mi piace tanto... ma tanto... lo sai perchè mi piace tanto? Perchè mi piace lei illuminata dalla luce del sole, tanto... portar via tutto questo tappeto, queste colonne, questo palazzo... la sabbia, il vento, le rane, i cocomeri maturi, la grandine, le 7 del pomeriggio, maggio, giugno, luglio, basilico, le api, il mare, le zucchine... le zucchine..."
(http://it.youtube.com/watch?v=Zex_vvPL0Vw)

L'INVIDIOSO MI LODA SENZA SAPERLO. (Kahlil Gibran)
Posso credere a tutto, purché sia sufficientemente incredibile.
(Oscar Wilde)

NOI VOGLIAMO, PER QUEL FUOCO CHE CI ARDE NEL CERVELLO, TUFFARCI NELL'ABISSO, INFERNO O CIELO NON IMPORTA. (Charles Baudelaire)
ERRARE HUMANUM EST, PERSEVERARE AUTEM DIABOLICUM
FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA.
INGANNEVOLE E' IL CUORE PIU' DI OGNI COSA E INCURABILE!CHI LO PUO' CONOSCERE?
(Geremia 17,9)

SENZA MUSICA LA VITA SAREBBE UN ERRORE.
(F.Nietzsche)

L'UOMO PIU' SAGGIO NON E' COLUI CHE SA MA CHI SA DI NON SAPERE.(Socrate)
Cos'è il genio ? E' fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione. (AMICI MIEI)
«Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto.» (H.P.Lovecraft)
"E quando guardi con quegli occhi grandi forse un po' troppo sinceri, sinceri si vede quello che pensi, quello che sogni.... "
"COME FAI ADESSO CHE SEI RIMASTA SOLO TE A SPERARE IN QUALCOSA DI MIGLIORE A PENSARE ANCHE AL GRANDE AMORE ..SEI UN'INCREDIBILE ROMANTICA UN PO' NEVROTICA MA NON PATETICA CERTO UNICA "
"..Ed ora che non mi consolo guardando una fotografia mi rendo conto che il tempo vola e che la vita poi è una sola... "
"..E quando un giorno t'incontrerò magari per la strada magari proprio sotto casa tua ehh!!! ma guarda il caso però guarda il destino splendido!! crudele e splendido!!!! E intanto i giorni passano e i ricordi sbiadiscono e le abitudini cambiano eh eh eh!! E' stato splendido..... "
"...cosa non....farei... io non voglio correre e tu!...non riderai... cosa non...darei... per vivere una favola..."
"..VOGLIO UNA VITA MALEDUCATA DI QUELLE VITE FATTE FATTE COSI' VOGLIO UNA VITA CHE SE NE FREGA CHE SE NE FREGA DI TUTTO SI' VOGLIO UNA VITA CHE NON E' MAI TARDI DI QUELLE CHE NON DORMI MAI VOGLIO UNA VITA VEDRAI CHE VITA VEDRAI .."
..Le stelle stanno in cielo e i Sogni....non lo so So solo che son pochi.... quelli che s'avverano..
"..dietro non si torna non si può tornare giù Quando ormai si vola non si può cadere più.... Qui è logico cambiare mille volte idea ed è facile sentirsi da buttare via!! "
"..e tu Parli....parli... parli di" cose che passano....." e poi sogni......sogni sogni che poi svaniscono Stai con me... ci stai o no ci stai un attimo......un giorno ci stai per essere ancora mia.... oppure ci stai per non andare via!! "
"..il "ritmo" del mondo batte dentro di te mentre cerchi qualcosa.... che forse non c'è!.."
"..Ti sei accorta che facciamo l'amore...sì ti sei accorta sì e non mi dire che non lo volevi e che non lo sapevi che finiva così va bene va bene va bene distratta quando ti conviene diresti anche che mi vuoi bene anche se non me ne vuoi più.."
"..E ho guardato dentro un'emozione e ci ho visto dentro tanto amore che ho capito perché non si comanda al cuore. E va bene così... senza parole... senza parole... "
"Per il mio limite Io non so stare solo Vivere insieme a me Basta aspettarmi uscire... E prendermi con sé Credi che sia facile Credi che sia semplice Vai a farti fottere Credi che sia Una storia semplice .."
"..Voglio trovare un senso a questa vita Anche se questa vita un senso non ce l’ha.. "
"..No! Quest'è un Amore Grande si vuoi che ti dica così ma io non sono come te Ciao! sai cosa ti dico.....CIAO! posso stare....senza Te... senza più tanti "se".... senza tanti "ma", "perché"! senza un "amore" ...così...... io posso stare.....Sì!.... "
"..Voglio vivere come se come se tutto il mondo...fosse... fosse FUORI..e Voglio ridere come se come se ridere di per sé bastasse già; a risolvere...gli ERRORI.. "
"..sorridi e abbassi gli occhi un istante e dici "non credo di essere così importante" ma dici una bugia e infatti scappi via.."

JENNY E' PAZZA

Jenny non vuol più parlare non vuol più giocare vorrebbe soltanto dormire Jenny non vuol più capire sbadiglia soltanto non vuol più nemmeno mangiare Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny ha lasciato la gente a guardarsi stupita a cercar di capir cosa Jenny non sente più niente non sente le voci che il vento le porta Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Io che l'ho vista piangere di gioia e ridere che più di lei la vita credo mai nessuno amò io non vi credo lasciatela stare voi non potete Jenny non può più restare portatela via rovina il morale alla gente Jenny sta bene è lontano...la curano forse potrà anche guarire un giorno Jenny è pazza c'è chi dice anche questo Jenny è pazza c'è chi dice anche questo Jenny ha pagato per tutti ha pagato per noi che restiamo a guardarla ora Jenny è soltanto un ricordo qualcosa di amaro da spingere giù in fondo Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire Jenny è stanca Jenny vuole dormire

OGNI VOLTA

E ogni volta che viene giorno ogni volta che ritorno ogni volta che cammino e mi sembra di averti vicino ogni volta che mi guardo intorno ogni volta che non me ne accorgo ogni volta che viene giorno. E ogni volta che mi sveglio ogni volta che mi sbaglio ogni volta che sono sicuro e ogni volta che mi sembra solo ogni volta che mi viene in mente qualche cosa che non c'entra niente ogni volta...E ogni volta che non sono coerente e ogni volta che non è importante ogni volta che qualcuno si preoccupa per me ogni volta che non c'è proprio quanto la stavo cercando ogni volta... ogni volta quando.... E ogni volta torna sera e la paura e ogni volta torna sera e la paura....E ogni volta che non c'entro ogni volta che non sono stato ogni volta che non guardo in faccia a niente e ogni volta che dopo piango ogni volta che rimango con la testa tra le mani e rimando tutto a domani.

LA RAGAZZA INTERROTTA - Susanna Kaysen

"Non uno, ma tre, sono i Vermeer al Frick. La prima volta che ci sono stata, però, non ho fatto caso agli altri due.[…] Non mi fermai davanti alla signora in veste da camera gialla e alla domestica che le porta una lettera e neppure davanti al soldato con il cappello sfarzoso e alla ragazza che gli sorride: immaginavo calde labbra, occhi castani, occhi azzurri. Quegli occhi castani mi catturarono.Lo sguardo della ragazza punta fuori dal riquadro del dipinto, ignorando il robusto maestro di musica, che poggia la dispotica mano sulla sedia. La luce è smorzata, luce invernale, ma il volto della ragazza è acceso.La fissai negli occhi castani e indietreggiai. Mi stava mettendo in guardia da qualcosa: aveva distolto lo sguardo dalla sua occupazione per mettermi in guardia. La bocca era appena aperta, come se avesse appena respirato solo per dirmi: «Non farlo!»Mi ritrassi, nel tentativo di tenermi fuori dal raggio della sua premura, che tuttavia riempiva il corridoio. «Aspetta», diceva. «Aspetta! Non andare!»Sedici anni dopo ero a New York col mio nuovo, ricco fidanzato.[…][…] «Andiamo al Frick», disse lui.«Non ci sono mai stata», feci io. Poi pensai che forse c'ero stata. Non dissi niente, avevo imparato a non parlare dei miei dubbi.Arrivai lì, lo riconobbi. «Ah», dissi. «Qui c'è un quadro che mi piace.»«Solo uno?» disse lui. «Guarda questi Fragonard.» Non mi piacevano. Mi lasciai i Fragonard alle spalle ed entrai nella sala che porta al cortile.Lei era cambiata molto in sedici anni. Non era più premurosa. Anzi, era triste. Era giovane e distratta, e il suo maestro la incalzava perché gli prestasse attenzione. Ma lei guardava lontano, alla ricerca di uno sguardo che incontrasse il suo.Stavolta lessi il titolo del quadro: Ragazza interrotta mentre suona.Interrotta mentre suona: com'era stata la mia vita, interrotta nella musica dei miei diciassette anni, com'era stata la sua vita, strappata e fissata su tela: un momento reso immobile, per tutti gli altri momenti, qualsiasi cosa fossero o avrebbero potuto essere. Quale vita può guarirne?Adesso avevo qualcosa da dirle. «Ti vedo», dissi.Il mio fidanzato mi trovò che piangevo nel corridoio.«Cos'è successo?» domandò.«Ma non vedi, lei sta cercando di venirne fuori», dissi, indicandola.

Il tempo perso

Sulla porta dell'officina
d'improvviso si ferma l'operaio
la bella giornata l'ha tirato per la giacca
e non appena volta lo sguardo
per osservare il sole
tutto rosso tutto tondo
sorridente nel suo cielo di piombo
fa l'occhiolino familiarmente
Dimmi dunque compagno Sole
davvero non ti sembra che sia un pò da coglione
regalare una giornata come questa ad un padrone?
Jacques Prevert